In gabbia la senatrice no-mask che sostiene Donald Trump, gira armata e assalta il Campidoglio

In gabbia la senatrice no-mask che sostiene Donald Trump, gira armata e assalta il Campidoglio
Il Gazzettino ESTERI

E come Donald Trump, suo modello di vita e di leadership, si rifiuta di indossare la mascherina.

La senatrice statale no-mask è stata dunque relegata dai suoi colleghi a sedere dentro una gabbia di plexiglass.

Amanda Chase, senatrice nella legislatura dello Stato della Virginia ama descriversi come “una Trump con i tacchi alti”.

Lei non solo non ha desistito, ma ha descritto la gabbia come il suo «quadrato di libertà». (Il Gazzettino)

La notizia riportata su altri giornali

La Corte suprema degli Stati uniti ha respinto la richiesta degli avvocati di Donald Trump di bloccare il rilascio delle dichiarazione dei redditi del tycoon, accettando invece quella della procura di New York. (Il Manifesto)

Intanto, il senatore repubblicano Lindsey Graham è volato a Mar-a-Lago, in Florida, da Trump. Per l'ex presidente si tratterebbe della sua prima uscita pubblica da quando ha lasciato la Casa Bianca. (Ticinonline)

Il sindaco De Blasio aveva annunciato che la città avrebbe rescisso i suoi contratti con la Trump Organization a metà gennaio, dopo l'assalto al Congresso. La Trump Organization ha 17 milioni di dollari di contratti con la città (Ticinonline)

Schiaffo Corte Suprema a Trump, respinto lo stop su tasse

Secondo Trump, l'indagine della procura di Manhattan sulle sue finanze "è la più grande Caccia alle Streghe della storia del nostro Paese". Leggi anche Trump consegni dichiarazioni redditi, la decisione della Corte Suprema. (Adnkronos)

Spiega il suo consigliere Jason Miller, uno dei falchi dell’ex amministrazione: «Trump effettivamente è il partito repubblicano La decisione della Corte Suprema è una grave sconfitta che evidenza la futura vulnerabilità giudiziaria di Trump nelle varie inchieste che lo vedono coinvolto. (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr