Sul Ftse Mib balzano Banca Generali e Fineco

La Stampa ECONOMIA

Nel comparto bene Nexi (+1,52%) grazie ai passi avanti sulla fusione con Nets.

Gli indici della Borsa di Milano hanno concluso le contrattazioni poco mossi: Ftse Mib +0,12% a 25.767 punti e All Share +0,06% a 31.140 (cambio euro/dollaro +0,13% a 1,2124).

Sul paniere principale di Piazza Affari la finanza è stata protagonista sia in positivo sia in negativo: i tre titoli migliori di giornata sono Banca Generali (+2,41%), Finecobank (+2,28%) e Banca Mediolanum (+1,68%) mentre i quattro peggiori sono Unicredit (-2,03%), Banco Bpm (-1,82%), Intesa Sanpaolo (-1,47%) e Bper Banca (-1,39%). (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Seduta in forte territorio negativo per la Borsa oggi: sul Ftse Mib spiccano le vendite sui titoli industriali e su quelli del comparto bancario. Aggiornamento ore 13: Ftse Mib, pesano le vendite sulle banche. (Money.it)

Strategia operativa intraday (future scadenza settembre 2021) E’ stata una seduta contrastata sul mercato azionario italiano che si è mosso al di sotto di una solida area di resistenza senza fornire chiari spunti operativi. (Milano Finanza)

La struttura tecnica si sta indebolendo, con diversi indicatori che registrano un pericoloso rafforzamento della pressione ribassista (Macd, Parabolic SaR e Supertrend si sono girati in posizione short): un’ulteriore correzione troverà un primo supporto in area 25.000-24.950 punti. (Milano Finanza)

L’istituto si appresta a incorporare lunedì 21 giugno altri 33 sportelli (31 filiali e 2 punti operativi), tutti ubicati in Lombardia Eni cede il 2,86% a 10,326 euro, quasi -3% per Tenaris e -2,08% per Saipem. (Yahoo Finanza)

Il governo italiano starebbe valutando ulteriori incentivi alla rottamazione per complessivi 400-500 mln di euro, forse aperti anche alle auto usate (purché rispettino i parametri ambientali). A livello generale a maggio le immatricolazioni di auto nell’UE sono balzate del 53,4% a 891.665 vetture. (Finanzaonline.com)

Il Ftse Mib chiude la settimana in calo dell'1,93% e le uniche blue chip del listino principale in verde sono Diasorin (+1,05%), che ha da tempo abituato gli investitori a un andamento in controtendenza, e A2a (+0,03%). (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr