Coronavirus, 13 positivi e un nuovo ricovero in terapia intensiva a Reggio Emilia

Coronavirus, 13 positivi e un nuovo ricovero in terapia intensiva a Reggio Emilia
La Gazzetta di Reggio INTERNO

ono 13 i nuovi positivi a Reggio Emilia, dove salgono a 10 i ricoveri in terapia intensiva.

La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 1,5%.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 70 (+2 rispetto a ieri), 412 quelli negli altri reparti Covid (-11)

Sono invece 172 in più rispetto a ieri i casi in Regione, su un totale di 11.644 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. (La Gazzetta di Reggio)

Ne parlano anche altri giornali

La notte tra il 30 aprile e l'1 maggio, sempre secondo la testimonianza, lo zio avrebbe detto ai genitori: "Ora andate in casa. Domenica 6 giugno, invece, era già fuoriuscita la frase choc dello zio di Saman, in una chat a un conoscente: è stato "un lavoro fatto bene". (Avvenire)

Leggi e guarda anche. Reggio Emilia. A lanciare una sorta di appello tramite i media è Simone Servillo, avvocato di Shabbar Abbas e Shaheen Nazia, padre e madre di Saman Abbas, tra i cinque famigliari indagati per il suo omicidio. (Reggionline)

In Emilia Romagna, ieri si sono registrati 172 nuovi casi su un totale di 11.644 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore Undici dei nuovi contagiati sono in isolamento domiciliare, uno è ricoverato in terapia non intensiva e uno in terapia intensiva. (Gazzetta di Reggio)

'Ndrangheta, il pentimento del boss ora è un giallo. VIDEO

n albanese di 26 anni, residente in città, è stato arrestato sabato a Reggio Emilia perché gravemente indiziato di due episodi di violenza sessuale denunciati nei giorni scorsi in altrettanti parchi pubblici. (La Gazzetta di Reggio)

Il riferimento è alle dichiarazioni che il genitore ha rilasciato dal Pakistan, forse per fornire una versione comune agli altri soggetti coinvolti. Non darei riscontro positivo a ciò che ha detto il padre. (Il Manifesto)

Reggio Emilia. processo Aemilia. 'ndrangheta. mafia. Catanzaro. Cutro. Nicolino Grande Aracri. pentimento Nei giorni scorsi, il 26 maggio, la Cassazione, ha confermato l’ergastolo a Grande Aracri considerato il mandante di quattro omicidi avvenuti agli inizi del 2000 in Calabria. (Reggionline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr