Trump torna in campo in Iowa, trampolino per la Casa Bianca

Trump torna in campo in Iowa, trampolino per la Casa Bianca
Approfondimenti:
Corriere del Ticino ESTERI

Donald Trump torna in campo nel weekend con uno dei suoi comizi «Save America» a Des Moines, Iowa, lo Stato che tradizionalmente lancia le primarie per la corsa alla Casa Bianca e che di solito incorona il futuro commander in chief.

Una mossa che alimenta ulteriormente l’ipotesi che sia intenzionato a ricandidarsi nel 2024, come sta ventilando nelle ultime settimane con dichiarazioni allusive.

Trump ha invocato infatti il privilegio esecutivo che protegge le comunicazioni presidenziali per impedire le deposizioni dei suoi ex collaboratori e l’acquisizione di documenti. (Corriere del Ticino)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Una mossa che alimenta ulteriormente l'ipotesi che sia intenzionato a ricandidarsi nel 2024, anche se incombe l'ombra dell'inchiesta parlamentare sull'assalto al Congresso da parte dei suoi fan. (Ticinonline)

Per il team legale di Trump coinvolgere gli alleati nell'indagine equivarrebbe a violare la presunta immunità di cui godrebbe l'ex presidente onald Trump sta chiedendo ai suoi ex collaboratori alla Casa Bianca di non collaborare con le indagini in corso al Congresso sui fatti del 6 gennaio scorso. (Ticinonline)

«Joe Biden e i radicali di sinistra stanno portando il Paese sul baratro. Sono le frasi forti di Donald Trump nel suo comizio a Des Moines, Iowa, in un vero e proprio bagno di folla. (leggo.it)

Donald Trump e il mistero (svelato) della colonscopia tenuta nascosta

A loro Trump avrebbe chiesto di non presentare i documenti richiesti dalla commissione di indagine e di non presentarsi davanti ad essa per essere ascoltati. Lo riportano il Washington Post e Politico, citando una lettera che un legale dell’ex presidente ha inviato all’ex capo dello staff della Casa Bianca Mark Meadows, all’ex stratega del tycoon Steve Bannon e ad altri tra i più stretti ex consiglieri. (Corriere del Ticino)

Davanti alla folla che cantava il suo nome, Trump è apparso soddisfatto e convinto della sua forza. A metà comizio aveva rispolverato il suo vecchio slogan, quello usato per la campagna del 2016, aggiornandolo con un “Make America Great Again, Again”, 'rendiamo l’America di nuovo, di nuovo grande'. (AGI - Agenzia Italia)

Bush; nel 2002 e nel 2007 quando George W. Bush affidò il Paese al suo vice Dick Cheney E così via. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr