Il flop del concorso in magistratura, agli esami scritti passa solo il 5,7 per cento

la Repubblica INTERNO

Il flop del concorso in magistratura, agli esami scritti passa solo il 5,7 per cento di Liana Milella. “Errori di diritto e di grammatica, ma anche candidati che non sanno andare a capo” dice il commissario d’esame Luca Poniz, pm a Milano.

Il vice presidente del Csm David Ermini, “mancano 1.300 giudici, siamo nettamente sotto la media europea”.

Con la riforma del Csm saltano le scuole di specializzazione, dall’università si può andare alle prove

(la Repubblica)

Su altre testate

Questo porterà a un buon numero di posti scoperti: si parla almeno di 90 dei 310 posti messi a concorso. Disastro al Concorso in magistratura, passa soltanto il 5%: “Candidati non sanno andare a capo”. (Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo)

Ne deriva che sono stati bocciati oltre 3.500 candidati, che, come sottolinea “Il Riformista”, si sono resi protagonisti di strafalcioni di diritto e d’italiano, malgrado la loro laurea in Giurisprudenza. (Il Sussidiario.net)

Davvero cervelli o piuttosto sinceri asinelli? Davvero è accaduto? (Il Fatto Quotidiano)

Questo il quadro preoccupante che emergerebbe dalla correzione delle prove scritte dell’ultimo concorso in magistratura. Temi redatti «in un italiano primitivo, senza alcuna logica argomentativa, quasi non valutabili», e molti altri «privi dei requisiti minimi, pieni di refusi ed errori concettuali e di diritto». (Il Primato Nazionale)

Davvero cervelli o piuttosto sinceri asinelli? Punto, punto e virgola e punto e a capo. (Il Fatto Quotidiano)

Solo loro, solo i magistrati? Dei giornalisti, dei politici, degli avvocati, degli autori televisivi, degli sceneggiatori, dei romanzieri, dei commercianti, dei prof…perché no dei magistrati? (Blitz quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr