Pnrr, nel 2022 riforma della scuola e 7 miliardi di appalti per fibra ottica e 5G

Sky Tg24 ECONOMIA

Se nel 2021 il governo è riuscito a portare a casa 51 obiettivi per il rotto della cuffia, possiamo immaginare quanto sarà difficile completare i 102 step concordati nel Pnrr per quest’anno , anche se alcuni sono già stati raggiunti.

Su quel fronte non c'è governo che tenga: sono i sindaci a dover portare a termine le opere in tempo

Anche la scuola è coinvolta: dovrà essere definito il nuovo sistema di reclutamento degli insegnanti, già cambiato diverse volte negli ultimi anni, e la carriera del personale scolastico. (Sky Tg24 )

La notizia riportata su altri media

Milano, 27 gen. (LaPresse) – “L’aggiornamento degli importi relativi alle sovvenzioni contemplate nell’ambito dei Piani nazionali di ripresa e resilienza è una eventualità prevista al momento della costituzione del dispositivo europeo RRF, Recovery and Resilience Facility. (LaPresse)

E il regolamento sottoscritto da tutti i 27 prevedeva per l’appunto la possibilità di rivedere gli stanziamenti sulla scorta dell’andamento dell’economia. Uno Stato membro, quando la cifra finale è più bassa di quella iniziale, ha però “diverse opzioni” a disposizione per compensare i tagli. (Imola Oggi)

Il ministro dell'Economia, Daniele Franco, ieri ha confermato la buona intonazione dell'economia sottolineando che «sarà fondamentale attuare il Pnrr». La buona novella, però, rischia paradossalmente di trasformarsi in una penalizzazione proprio in tema di trasferimenti da parte dell'Europa. (ilGiornale.it)

Il fatto che i trasferimenti vengano in parte ricalcolati non è una sorpresa: era previsto dal regolamento della Rrf (Recovery and Resilience Facility). Nello specifico, spiega la Nuyts, “per l’allocazione finale massima, il regolamento prevede che la dotazione massima attuale per le sovvenzioni è indicativa (Il Primato Nazionale)

La revisione potrebbe portare a un secco taglio della quota di quanto dovrebbe spettare all’Italia a causa della sua … crescita eccessiva. Già il Recovery Fund era una presa in giro perché:. (Scenarieconomici)

Una notizia che ha già fatto scattare le polemiche, con il leader della Lega Matteo Salvini a parlare di "provocazione inaccettabile". E il regolamento sottoscritto da tutti i 27 prevedeva per l'appunto la possibilità di rivedere gli stanziamenti sulla scorta dell'andamento dell'economia. (EuropaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr