Oggi la Lombardia farà più di 100mila vaccinazioni al giorno, ha detto la Moratti

Oggi la Lombardia farà più di 100mila vaccinazioni al giorno, ha detto la Moratti
MilanoToday.it INTERNO

Lo ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, attraverso un tweet.

La Lombardia dovrebbe superare quota 100mila vaccinazioni quotidiane nella giornata di giovedì 29 aprile.

Come stanno andando le vaccinazioni in Lombardia. Dopo un pessimo avvio la Lombardia ha messo finalmente il turbo alla campagna vaccinale

"Ieri la Regione Lombardia ha superato le 92mila dosi somministrate, il 25% di tutte le inoculazioni del giorno in Italia, oggi si arriverà a circa 110mila — ha twittato la Moratti —. (MilanoToday.it)

Su altri giornali

Leggi anche I certificati vaccinali diventano green pass e si possono scaricare da Sesamo: online anche l’esito del tampone. Le prenotazioni si possono effettuare attraverso il call center regionale (0434223522), gli sportelli Cup, le farmacie abilitate, i medici di medicina generale e la web app Leggi anche Un medico di base su tre ha aderito alla campagna delle vaccinazioni. (Il Messaggero Veneto)

opravvissuto al covid, medico in pensione si offre volontario per i vaccini alla gente di Begato, uno dei quartieri popolari della città, la zona della Diga tanto brutta da essere buttata giù. A Begato stanno buttando giù casermoni popolari, gli abitanti come lo stanno vivendo? (Primocanale)

Condividi. dalla CITTÀ DI GIAVENO. GIAVENO – Si informa la cittadinanza che a partire da venerdì 30 aprile, parte il servizio di aiuto alla preadesione per i vaccini. (ValsusaOggi)

Vaccini , lunghe code fuori dall’hub di Brescia per problemi informatici

Umbria. Sul portale della Regione Umbria si trovano le informazioni per la vaccinazione anti-Covid Trento. (Wired.it)

Lo scrive la vice presidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, sul suo profilo Twitter nella mattinata di venerdì 29 aprile. Lombardia, verso le 110 mila dosi al giorno. (L'Eco di Bergamo)

La vaccinazione era infatti aperta a tutti gli over 60, 70 e 80, oltre che agli estremamente vulnerabili e ai disabili gravi. I problemi, dicono dall’Asst, si sono poi risolti (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr