Funziona nei topi il vaccino 'jolly' contro i coronavirus

Funziona nei topi il vaccino 'jolly' contro i coronavirus
Giornale di Sicilia SALUTE

Per superare questo problema, i ricercatori giapponesi hanno 'incappucciato' la proteina Spike, in modo che il sistema immunitario non ne riconoscesse la 'testa' virus-specifica ma il 'cuore', che si mantiene quasi identico nei vari coronavirus

Gli attuali vaccini in uso contro Covid-19, infatti, non sono ad ampio spettro: riescono a stimolare solo la produzione di anticorpi che riconoscono la 'testa' della proteina Spike specifica del virus SarsCov2 e non quella degli altri coronavirus. (Giornale di Sicilia)

Ne parlano anche altre testate

E anche le donne in gravidanza devono vaccinarsi, dal terzo mese in su. Credo che ai primi di gennaio potremo tornare a riveder la luce” (Il Sussidiario.net)

E' un'inchiesta che ripercorre gli ultimi due anni di Covid19, con minuzioso rigore scientifico, quella di Paolo Barnard, giornalista, nel suo "L'origine del virus", edito da Chiarelettere. Se si fosse saputo si sarebbero salvate milioni di vite". (Tp24)

Quanto alle università l’immunologo afferma: Alla domanda se crede possa ripartire il contagio, Le Foche risponde: “Continuando su questa linea è molto improbabile”. (L'HuffPost)

Una nuova ondata di Covid è molto improbabile: la previsione dell'immunologo

Questo, però, non vuol dire che si può pensare di avere un vaccino universale contro il Coronavirus in tempi brevi. Perché è così importante un vaccino universale contro i Coronavirus. Gli studi sul vaccino jolly contro il Coronavirus dovranno passare dai topi all’uomo. (Money.it)

ovid in Campania, oggi 280 positivi e quattro morti: l'indice di. ROMA Covid Lazio, il bollettino di oggi 13 ottobre: 194 nuovi casi, 4. Pressochè stabile il numero dei malati Covid ricoverati negli ospedali. (ilmattino.it)

Ne è particolarmente convinto Francesco Le Foche: “Ora possiamo dirci più tranquilli, dato che l’85% delle persone si è vaccinato. Una nuova ondata di Covid è improbabile per Le Foche. “Continuando su questa linea è molto improbabile” che il contagio possa ripartire. (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr