Direzione Pd, appello di Letta al centrodestra per un patto di legislatura: "Eleggiamo insieme un presidente …

Direzione Pd, appello di Letta al centrodestra per un patto di legislatura: Eleggiamo insieme un presidente …
Per saperne di più:
La Repubblica INTERNO

Di fatto tendendo la mano anche ai “volenterosi” del centrodestra per smarcarsi dall’abbraccio mortale di Berlusconi, “la figura più divisiva che possa esserci, se guardiamo alla storia degli ultimi 25 anni”.

Una cosa infatti è certa: Berlusconi sulla scheda il Pd non lo scriverà mai

“E poi dovremo decidere come comportarci davanti alla decisione del centrodestra di candidare un capo politico il più divisivo che possa esserci". (La Repubblica)

La notizia riportata su altre testate

Sembra una mossa ostile verso Berlusconi, in realtà quel piede è lo spazio che Letta garantisce a Berlusconi per accedere in futuro al Quirinale, se il Cavaliere non dovesse conquistare il Quirinale. Chi partecipa ai rituali pranzi di Arcore descrive i confronti tra Fedele e Gianni come «il derby d’Italia. (Corriere della Sera)

“Non è questo il momento di fare i nomi, dovremmo deciderlo insieme ai nostri alleati e al centrodestra. Il centrodestra sbaglia, è evidente che la candidatura di Berlusconi è un vicolo cieco, non è la figura istituzionale su cui ci sarà unità. (LiberoQuotidiano.it)

Mentre un ristorante, l'Arancio d'oro, prediletto di Conte, ha ospitato il patto Letta-Giuseppi, ossia la svolta definitiva (?) Il quale, come i veri aspiranti alla più alta carica, si guarda bene dal farsi vedere in giro per Roma (ilmessaggero.it)

Letta: “Con la candidatura di Berlusconi siano in un vicolo cieco, voltiamo pagina”

Alla fine il parlamentino dem approva all'unanimità la relazione di Letta, restano le divisioni sotto il tappeto Letta invece procede con il freno a mano tirato, pur cercando un dialogo sottotraccia con gli altri leader. (ilGiornale.it)

“Non è il momento di parlare di nomi, serve prima un accordo tra le forze politiche per un patto di legislatura, poi daremo i nomi”, risponde Letta Oggi diciamo che Draghi gioca un ruolo fondamentale per il Paese e va tutelato”, ha aggiunto. (L'HuffPost)

Enrico Letta lo ripete chiaro e tondo: il centrodestra sbaglia, ritiri la candidatura di Berlusconi, «con lui siamo in vicolo cieco». Ma anche qui, sull’attuale premier, Enrico Letta è chiarissimo: «Non è il momento di fare i nomi, il nome dovremo deciderlo con i nostri alleati e il centrodestra. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr