Non c'è pace neanche in ambulanza: 160 irregolari, farmaci scaduti e carenze igieniche

Non c'è pace neanche in ambulanza: 160 irregolari, farmaci scaduti e carenze igieniche
Prima Brescia INTERNO

Da ultimo, gli accertamenti hanno evidenziato personale infermieristico e di ausilio, impiegati a bordo di ambulanze di emergenza-urgenza, privi di abilitazione e di corsi basici di primo intervento, in altri casi invece ancora non sottoposto alla vaccinazione anti-COVID.

29 violazioni sono riconducibili alla mancata adozione dei sistemi di prevenzione incendi e di revisione degli estintori, mentre ulteriori 20 riguardano la detenzione, a bordo dei mezzi o come scorte di magazzino, di farmaci, bombole di ossigeno e dispositivi medici scaduti di validità. (Prima Brescia)

Su altri giornali

29 violazioni sono riconducibili alla mancata adozione dei sistemi di prevenzione incendi e di revisione degli estintori, mentre ulteriori 20 riguardano la detenzione, a bordo dei mezzi o come scorte di magazzino, di farmaci, bombole di ossigeno e dispositivi medici scaduti di validità. (Prima la Martesana)

Analoghi sopralluoghi del Nas svolti nelle aree antistanti gli ospedali “Cannizzaro” di Catania e “Papardo” di Messina hanno determinato il sequestro penale di ulteriori due autoambulanze di associazioni private, entrambe risultate prive di autorizzazione sanitaria e dei requisiti, sebbene avessero appena concluso il trasporto di pazienti presso i presidi sanitari (CataniaToday)

In particolare, a bordo di alcuni mezzi sanitari sono state trovate parti arrugginite e incrostate, oltre a 154 confezioni di farmaci, 38 bombole di ossigeno e circa 464 dispositivi medici utilizzati nel primo soccorso scaduti di validità. (Fanpage.it)

Farmaci scaduti, poca igiene, infermieri non vaccinati: insicure il 10% delle ambulanze italiane

Tra gli episodi più eclatanti, sono state rilevate dai Carabinieri dei NAS tecniche elusive per evitare il controllo delle ambulanze irregolarmente adibite al trasporto di infermi nonchè ventilatori polmonari collegati a bombole contenenti ossigeno medicinale con data di scadenza superata addirittura dal luglio 2018. (La Sicilia)

Nella provincia pontina, inoltre, sono state rilevate due irregolarità. Contestate anche tre violazioni amministrative per carenze strutturali dei locali destinati al personale sanitario e per la presenza di parti arrugginite e incrostate sui mezzi di soccorso. (Latina Tu)

Insomma, in più di un caso su dieci neppure le ambulanze erano "luoghi sicuri". (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr