Arrestato in Egitto, rimosso il murales con Zaky e Regeni a Roma

Arrestato in Egitto, rimosso il murales con Zaky e Regeni a Roma
Corriere della Sera Corriere della Sera (Interno)

Così su Instagram la street artist Laika denuncia la rimozione del murales che aveva realizzato martedì e che raffigurava un abbraccio del ricercatore italiano Giulio Regeni allo studente egiziano Patrick George Zaky, arrestato al Cairo una settimana fa, corredato dalla frase «Stavolta andrà tutto bene» e dalla parola «libertà».

La notizia riportata su altri giornali

L’artista lo aveva realizzato a Roma in via Salaria, sul muro che circonda Villa Ada, a pochi passi dall’Ambasciata d’Egitto. ″’Qualcunò lo ha rimosso... faceva così tanta paura? (L'HuffPost)

Lo chiede con forza – con un ordine del giorno – l’Assemblea generale della Cgil di Bologna dove studia il giovane ricercatore e attivista per i diritti umani. Immediata liberazione di Patrick George Zaki e verità sui mandanti, gli esecutori e i depistaggi relativi all’omicidio di Giulio Regeni. (rassegna.it)

Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Febbraio 2020, 18:41. (Leggo.it)

Purtroppo come dicevo prima chi entra nei palazzi camminando sui tappeti non sente il suono dei propri passi e perde il contatto con la realtà", ha aggiunto. Lo ha detto Paola Regeni, alla presentazione del libro "Giulio fa cose" a Genova, riferendosi anche all'attuale ministro degli Esteri del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio (Rai News)

Il murales raffigurava Giulio Regeni abbracciato a Patrick Zaky, lo studente dell’Universita’ di Bologna arrestato pochi giorni fa in Egitto con l’accusa di terrorismo e sottoposto, a detta dell’ong Eifr, a diverse torture tra cui l’elettroshock. (RomaDailyNews)

La battaglia della famiglia di Giulio Regeni fa tappa a Genova, a quattro anni dalla morte del ricercatore di Fiumicello, proprio nelle ore in cui il mondo si mobilita per un altro caso di violazione dei diritti umani in Egitto: l’arresto di Patrick George Zaky, lo studente egiziano torturato e tuttora detenuto al Cairo dopo un periodo di studio in Italia (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti