Bollettino vaccini covid oggi 12 giugno/ 41.3 milioni di dosi somministrate, +800mila

Il Sussidiario.net SALUTE

Il numero sta aumentando sempre più visto che le prime vaccinazioni sono scattate ormai sei mesi fa, di conseguenza molti hanno completato il ciclo.

Il numero di dosi giunte nel nostro Paese continua a crescere, ad oggi 45.4 milioni, e per la maggior parte si tratta di farmaci firmati da Pfizer/BioNTech a quota 30.6 milioni, con AstraZeneca invece a 9.1 milioni, Moderna a 4.1, e infine il vaccino Janssen di Johnson & Johnson a quota 1.5 milioni. (Il Sussidiario.net)

Ne parlano anche altre fonti

Per queste ragazze e ragazzi le agende si apriranno a partire dal 16 giugno La prossima fascia di età a potersi prenotare sarà quella tra i 20 e i 24 anni. (Reggionline)

Per i richiami sarà necessario per forza riprogrammare perché si attendono le indicazioni ufficiali sull’uso di un vaccino alternativo come seconda dose. Gli under60 che hanno ricevuto AstraZeneca sono 115.631 (di questi 66.151 hanno già ricevuto anche il richiamo). (Provincia Granda)

Alessio Edoardo: "Obbligatorio fare intervento urgente, del personale sanitario della Questura per tutto il personale vaccinato e una vigilanza medica costante. (TriestePrima)

Nella circolare ministeriale si fa anche riferimento all’adeguamento dei consensi informati, che devono essere aggiornati in base alle nuove direttive. (Nove da Firenze)

«Oggi dovremo porre un quesito: chi è sotto i 60 anni e ha fatto la prima dose Astrazeneca che fa con il richiamo? Il Governo nazionale doveva fare due cose: garantire all’Italia la produzione autonoma di vaccini e garantire un’informazione scientifica semplice, univoca e affidabile. (Quotidiano del Sud)

Stop all'utilizzo del vaccino di Astrazeneca per chi ha meno di sessant'anni e seconda dose, per chi tra questi ha già fatto la prima, con Pfizer o Moderna. Una scelta fatta perché in quel momento - con un'incidenza di 400 casi ogni 100mila abitanti - i casi di trombosi erano pari a 1.1 ogni 100mila abitanti mentre il numero delle vittime era di 8 ogni 100mila. (abruzzo24ore.tv)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr