Mattarella in Germania: “Tempo di ripartenza, Ue sia forte e coesa”

Mattarella in Germania: “Tempo di ripartenza, Ue sia forte e coesa”
Newsby INTERNO

Mattarella, la ripresa e i rapporti Italia-Germania. Mattarella ha voluto sottolineare l’importanza del momento che sia Italia che Germania stanno vivendo dopo i mesi falcidiati dall’emergenza Covid.

“Il turbamento è stato forte, la preoccupazione no

No preoccupazione". Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è in visita ufficiale in Germania per due giorni.

Fatti di Roma: “Turbamento forte, preoccupazione no”. (Newsby)

Se ne è parlato anche su altre testate

Questo è il tempo appunto della ripartenza”. Berlino, 12 ott. (Il Sannio Quotidiano)

Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando a Berlino in occasione della premiazione dei Comuni vincitori del “Premio dei Presidenti per la cooperazione comunale tra Germania e Italia”, insieme all’omologo tedesco Frank-Walter Steinmeier Quella che allora appariva come una possibilità oggi è una realtà”. (Il Sannio Quotidiano)

Questa mattina, Mattarella è stato ricevuto, alla Cancelleria Federale, dalla Cancelliera Angela Merkel. Mattarella per premio comuni Italia-Germania. Il presidente della Repubblica è all’ambasciata italiana di Berlino per la cerimonia di consegna del Premio dei Presidenti per la Cooperazione comunale tra Italia e Germania. (In Terris)

Mattarella “L'Unione Europea dovrà essere più forte e coesa”

L’Unione europea dei prossimi anni e decenni, radicata nel vissuto quotidiano di ciascuno dei nostri concittadini, dovrà essere più forte e coesa di quella che noi stessi abbiamo ricevuto in eredità dai suoi fondatori”. (Il Sannio Quotidiano)

Ieri aveva incontrato il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier. Fornito da Avvenire. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è stato a colloquio con Angela Merkel a Berlino. (Notizie - MSN Italia)

L'Unione Europea, nei prossimi anni e decenni, radicata nel vissuto quotidiano di ciascuno dei nostri concittadini, dovrà essere più forte e coesa di quella che noi stessi abbiamo ricevuto in eredità dai suoi fondatori". (ROMA on line)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr