Covid e contagi, la verità dai numeri: ecco dove le varianti si stanno diffondendo in Italia

Covid e contagi, la verità dai numeri: ecco dove le varianti si stanno diffondendo in Italia
La Stampa INTERNO

Nella scorsa settimana il contagio è risalito (+3%) in quasi tutte le province, con una punta di +5,3% a Padova

Tra le regioni in cui il contagio cala, non si vedono segni evidenti di influsso delle varianti in Sardegna (-5% giornaliero), Sicilia (-3%), Puglia e Calabria.

Altre regioni sono in calo ma con singole province in controtendenza, come Avellino (+6%) in Campania, Frosinone (+7%) nel Lazio (La Stampa)

La notizia riportata su altre testate

In Italia sono 13.314 i nuovi casi Covid diagnosticati nelle ultime 24 ore (ieri ne erano 9.630). Salgono di 17 unità i ricoveri in terapia intensiva per un totale di 408, e salgono di 91 unità i ricoveri negli altri reparti per un totale di 3.917 ricoverati. (Cremonaoggi)

Continua l’adesione alla campagna di vaccinazione over 80 che ha raggiunto quasi quota 500.000. A questi si aggiungono 6.504 under 80, per un totale complessivo di di 10.694 vaccinazioni effettuate in tutte le ATS lombarde, di cui 10.478 prime dosi e 216 seconde dosi. (LegnanoNews)

Tutti i ricoverati verranno sottoposti a tampone molecolare (tradizionale nel caso del Mazzini, rapido molecolare nel caso degli altri tre ospedali) ogni tre giorni, in modo da individuare tempestivamente eventuali altri positivi. (Certa stampa)

Provincia – Contagi in rialzo, sindaci sempre più preoccupati. Si va verso la chiusura?

I dati suggeriscono dunque di allungare la quarantena. Per confronto chi non era infettato dalla variante aveva una fase di proliferazione di 2 giorni, di clearance di 6,2 e una durata media di 8,2 giorni". (Tiscali Notizie)

Una situazione che sta interessando la provincia di Brescia, particolarmente colpita dalla variante inglese del Coronavirus. Se la curva dei contagi Covid-19 in Italia si era stabilizzata nell’ultimo mese a livello nazionale, purtroppo a livello locale già da qualche settimana si erano manifestate delle preoccupanti risalite dei casi. (UniversoMamma)

Voglio ricordare che il rispetto delle regole non opprime o limita ma ci rende liberi e sani. È una responsabilità comune, che ci unisce tutti: ognuno deve metterci il suo impegno, per debellare questo maledetto virus (TG24.info)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr