Trovata morta a Trieste, la polizia torna nell’appartamento di Lilly

Trovata morta a Trieste, la polizia torna nell’appartamento di Lilly
Il Piccolo INTERNO

Trovate tracce di Dna sui sacchi neri che avvolgevano il corpo. TRIESTE La verità sulla morte di Liliana Resinovich potrebbe emergere dall’analisi del Dna rintracciato sui sacchi neri dell’immondizia che avvolgevano il corpo.

E pure sui sacchetti di nylon che le coprivano la testa.

Dopo la Tac e l’autopsia, che non hanno sciolto i molti dubbi che ancora gravano sul giallo, gli investigatori attendono risposte anche da questo esame. (Il Piccolo)

Su altre fonti

È in corso, intanto, in un’altra parte della città, l’autopsia sul corpo della donna. A riconoscerlo è stato in Questura il marito Sebastiano Visintin, attraverso delle foto della salma fornite dagli inquirenti. (Corriere della Sera)

A cura di Chiara Ammendola. Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su Liliana Resinovich scomparsa a Trieste ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI. Appartiene a Liliana Resinovich il cadavere ritrovato a Trieste lo scorso 5 gennaio in un'area boschiva abbandonata nei pressi dell'ex Opg. (Fanpage.it)

Visintin oggi ha nominato come difensore di fiducia l’avvocato Paolo Bevilacqua, legale anche di Alejando Meran, l’assassino dei due poliziotti nella sparatoria avvenuta in Questura a Trieste nel 2019. (Il Friuli)

Morte Liliana, spunta una nuova testimonianza: avvistata lo scorso 22 dicembre

Al momento per la vicenda non risultano indagati. La nomina effettuata da Visintin in quanto parte offesa, è stata depositata nella giornata di ieri presso la Procura di Trieste, insieme a quella del medico legale di parte, Raffaele Barisani. (triestecafe.it)

Le contraddizioni di Visentin su come avrebbe trascorso la mattina del 14 dicembre Aperto un fascicolo per omicidio di Gianpaolo Sarti. Le indagini proseguono. (La Repubblica)

Secondo quando emerso dall'emittente locale Telequatto, una donna avrebbe avvistato Liliana il 22 dicembre, tra le 8,50 e le 9 di mattina, nei pressi dell'ospedale Maggiore. "L'ho riconosciuta successivamente dalle foto emerse dopo la sua scomparsa. (triestecafe.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr