Strage in Norvegia, si indaga per terrorismo. Killer convertito all’Islam e radicalizzato

Strage in Norvegia, si indaga per terrorismo. Killer convertito all’Islam e radicalizzato
Corriere della Sera ESTERI

La paura investe la Norvegia, che tenta però di non farsi prendere dal panico o di farsi trascinare nelle polemiche.

Tra le armi utilizzate, sicuramente arco e frecce ma forse anche un coltello, dettaglio che deve essere però confermato dalle autopsie.

Il sospettato è un cittadino danese di 37 anni, Espen Andersen Brathen, convertito all’Islam e già noto alla sicurezza di Oslo in quanto radicalizzato. (Corriere della Sera)

Su altri giornali

Dieci dei 19 incarichi ministeriali sono ricoperti da donne, compreso il portafoglio degli affari esteri che è andato alla laburista Anniken Huitfeldt. (Roccarainola.net)

Torna alla mente la strage di Utoya. La polizia una volta ricevuta la prima telefonata ha fatto intervenire gli agenti, ma anche due elicotteri e dieci ambulanze. (Periodico Italiano)

Il 22 luglio scorso è stato il decimo anniversario delle stragi di Oslo e Utoya, compiute da Anders Behring Breivik Non ci sono parole per descriverla», ha sottolineato il sindaco di Kongsberg, Kari Anne Sand, nel commentare l’attacco. (Avvenire)

Norvegia, attacco con arco e frecce. Movente: “Possibile terrorismo”

Il governo di coalizione a guida laburista si è insediato il giorno dopo che un uomo armato di arco e frecce ha ucciso cinque persone nella città sudorientale di Kongsberg e ne ha ferite altre due, riaccendendo la memoria sulla carneficina del 2011. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Le autorità hanno subito parlato di «molte vittime e feriti», senza specificare oltre il bilancio. Solo dopo uno scontro con l’uomo armato, la polizia è riuscita a bloccarlo. (Notizie - MSN Italia)

L’attacco con arco e frecce. Le informazioni sono ancora imprecise. Come spiegato dal capo degli agenti di Kongsberg, Øyvind Aas, il presunto aggressore sarebbe l'unica persona coinvolta. (The Italian Times)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr