Cosa si rischia a fare un picnic a Pasquetta 2021

Cosa si rischia a fare un picnic a Pasquetta 2021
neXt Quotidiano INTERNO

E si rischia una multa. Cosa si rischia a fare un picnic a Pasquetta 2021. Si può fare un picnic all’aperto?

Ma solo con il proprio nucleo familiare convivente, anche nei giorni di Pasqua e Pasquetta

E si rischia una multa. Cosa si rischia a fare un picnic a Pasquetta 2021?

Cosa si rischia a fare un picnic a Pasquetta 2021?

Si rischia quindi una bella multa di 400 euro a persona provando a sedersi con tovaglia e pastiera per un picnic sull’erba. (neXt Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Ma se tutte queste opzioni non dovessero ispirare più di tanto, si può sempre pensare a un vassoio di pasticcini, dessert assortiti o torte La varietà di pasta da scegliere è infinita, quindi se non piacciono le lasagne si può sempre optare per qualcosa come maccheroni o spaghetti. (NewSicilia)

Oggi, dunque, 5 aprile 2021, è il Lunedì dell’Angelo, il giorno successivo alla Pasqua denominato Pasquetta. Per ricordare quel viaggio si trascorrerebbe, dunque, il giorno di Pasquetta facendo una passeggiata o una scampagnata “fuori le mura” o “fuori porta” (Positanonews)

La variante inglese ha "un livello di incidenza molto alto e ulteriormente in crescita nella settimana in corso, in particolare nella popolazione in età scolare" Lo stabilisce l’ordinanza emanata il giorno di Pasqua dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che entrerà in vigore domani. (Yahoo Finanza)

Ecco cosa si può fare nel giorno di Pasquetta

– Con il giorno di oggi, la Pasquetta, possono definirsi ufficialmente concluse le festività pasquali e con esse la settimana Santa che le comprende, ma quali riti celebrati in questi ultimi giorni in Sicilia “non appartengono” pienamente alla tradizione? Un altro esempio è quello fornito dalla comunità di Piana degli Albanesi, che conserva lingua, tradizioni e costumi albanesi e si distingue per i suoi riti di origini greco-bizantine. (NewSicilia)

Tra domenica e lunedì i carabinieri hanno sanzionato 309 persone. 105 nella città di napoli, 50 nell’area sud (Torre Annunziata e comuni limitrofi) e 48 nell’area nord della provincia partenopea. (Teleclubitalia.it)

La casa di destinazione non deve essere abitata da persone non appartenenti al nucleo familiare convivente con l’avente titolo, e vi si può recare unicamente tale nucleo. Occorre però fare attenzione perché molte Regioni hanno posto il divieto di raggiungimento delle seconde case ai non residenti. (Calabria Magnifica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr