Nvidia CMP, il processore per il Mining che NON "salverà le scorte di RTX 3060"

Nvidia CMP, il processore per il Mining che NON salverà le scorte di RTX 3060
DR COMMODORE SCIENZA E TECNOLOGIA

Infine c’è da aggiungere che questo non ferma minimamente la forte domanda di alimentatori, anzi la aumenta (maggior TDP, maggior Wattaggio richiesto) rischiando di mettere ancora più in ginocchio l’industria

Il nuovo Nvidia CMP, stando alle analisi dei colleghi di Anandtech, non sarà altro però che gli stessi chip delle schede RTX con la mancanza dell’output video, o comunque una serie di chip già facilmente fabbricabili dall’azienda, piuttosto che dei nuovi “motori” studiati appositamente. (DR COMMODORE)

Su altri media

Si tratta per certo di un'ottima mossa, soprattutto in un periodo nel quale la produzione di schede grafiche è sempre più complessa e lenta CMP è quindi l'hardware che sostituisce le schede grafiche in questo compito. (Multiplayer.it)

Minare criptovalute è una di queste" ha specificato Nvidia. E non sono i soli Vai all'approfondimento. Da qui la volontà di creare dei prodotti - i CMP, appunto - specifici per il mining, riducendo, al contempo, l'utilità delle GeForce. (DDay.it - Digital Day)

Stando ad alcune voci Nvidia potrebbe bloccare la produzione della serie di GPU RTX 3000 per introdurre le nuove tecnologie software anti minatori di cripto valute, come fatto con la nuova GeForce RTX 3060. (Multiplayer.it)

RTX 3000: Nvidia potrebbe bloccare la produzione della serie per inserire tecnologie anti-crypto miner

Nvidia, produttore di schede grafiche leader nel settore, sta facendo il possibile per garantire che il suo nuovo modello in arrivo, la GPU GeForce RTX 3060, finisca nelle mani dei gamer. All’inizio dell’anno, la società ha commentato che probabilmente l’offerta di GPU sarebbe stata “ridotta” nel corso del primo trimestre (Cointelegraph Italia)

Nasce in casa Nvidia un nuovo modo di pensare le GPU: d’ora in avanti, infatti, le unità dedicate espressamente al mining saranno denominate “CMP” (Cryptocurrency Mining Processor) e l’azienda scommetterà espressamente su queste ultime per creare dinamiche virtuose sia per chi intende operare sulle criptovalute, sia per chi invece vorrebbe una GPU tradizionale. (Punto Informatico)

Battezzata opportunamente Cryptocurrency Mining Processor (CMP HX), la scheda è stata privata di capacità grafiche, ma è anche stata notevolmente ridotta di dimensioni e le sue prestazioni per picchi di voltaggio e frequenza sono ottimizzate per la creazione delle monete digitali. (Lega Nerd)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr