Coca Cola, Cirio: Piemonte dimostra di essere attrattivo

askanews ECONOMIA

Sosteniamo l’ecologia ma vogliamo tutelare quelle imprese che per noi rappresentano il primo presidio a tutela dell’ambiente, come dimostra Coca Cola Italia che porta in Piemonte ricerca innovazione e tecnologia a tutela dell’ambiente.

Lunedì 17 gennaio 2022 - 12:50. Coca Cola, Cirio: Piemonte dimostra di essere attrattivo. Riapre sito produttivo a Gaglianico nel biellese. CONDIVIDI SU:. . . . . . (askanews)

La notizia riportata su altri giornali

Coca Cola HBC ha infatti deciso di riaprire il suo sito di Gaglianico, in provincia di Biella, chiuso ormai dal 2013. Appena pochi giorni dopo l’entrata in vigore in Italia della Direttiva Europea sulla Plastica Monouso, la Coca Cola annuncia così un primo grande progetto concreto. (Mole24)

Il piano annunciato da Coca-Cola HBC Italia si articola in due fasi: nella prima, operativa al completamento dei lavori entro fine marzo, entreranno in funzione le linee per lo stampaggio di preforme PET vergine e riciclato, destinate a essere succesivamente soffiate in bottiglie. (Polimerica.it)

A produrle sarà lo stabilimento di Gaglianico, nel Biellese, 18mila metri quadri che riaprono grazie al più grande investimento in sostenibilità della storia del Gruppo. L’investimento si aggiunge agli oltre 100 milioni di euro in sostenibilità investiti nel Paese solo negli ultimi 10 anni. (la voce d'italia)

“Sosteniamo l’ecologia, ma vogliamo tutelare tutte quelle imprese che per noi rappresentano il primo presidio a tutela dell’ambiente, proprio come dimostra oggi Coca-Cola HBC Italia portando in Piemonte ricerca, innovazione e tecnologia a tutela dell’ambiente”. (Telecity News 24)

Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e l’assessore regionale al Lavoro, Elena Chiorino, commentano così l’investimento annunciato da Coca-Cola nel Biellese. «Come Regione siamo capofila, in sede di conferenza Stato-Regioni, nella lotta alla tassazione su zucchero e plastica. (http://gazzettadalba.it/)

Siamo orgogliosi di poter dare una seconda vita a questo stabilimento e auspichiamo che l’approvazione EFSA arrivi presto per renderlo operativo al 100% quanto prima». La newsletter del Corriere Torino Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Torino e del Piemonte iscriviti gratis alla newsletter del Corriere Torino (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr