Torre Annunziata, la nuova faida scatenata dai giovani boss: «Siamo il clan dei pedofili»

Torre Annunziata, la nuova faida scatenata dai giovani boss: «Siamo il clan dei pedofili»
ilmattino.it INTERNO

APPROFONDIMENTI .

L’esplosione di una faida di camorra con più protagonisti e l’ombra di un nuovo clan in ascesa.

Uno scenario inquietante, che vede Torre Annunziata divisa in diversi piccoli «Fortapàsc» contrapposti e pronti a farsi la guerra.

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

Questo è quanto emerge dopo le diciannove ore di sangue vissute tra le 18 di sabato e le 13 di domenica. (ilmattino.it)

Su altre testate

Anche in questo caso quando il sole era ancora alto, attorno alle 16, e tra la gente, in un circolo Così Torre Annunziata torna ad essere Fortapàsc, la città in mano alla camorra descritta nel film di Marco Risi sull'uccisione del giornalista Giancarlo Siani. (IlCorrierino.com)

Vittime innocenti della criminalità che sono entrambe “rammaricate ma felici di sapere che finalmente la città abbia dato un segnale di ribellione dalla violenza e dalla camorra” Ricordare l’impegno di Giancarlo è solo un tassello di un’opera più grande nella lotta contro l’illegalità e la camorra”. (Lo Strillone)

Quattordici nuovi casi di contagio da Covid a Torre Annunziata negli ultimi quattro giorni a fronte di 320 tamponi processati, con l’indice di positività che si attesta al 4,37 per cento. I cittadini che hanno ricevuto sia la prima che la seconda dose sono 21.337 (52%), mentre quelli che hanno ricevuto solo la prima sono 26. (Lo Strillone)

Torre Annunziata. Ucciso in chiesa: Immobile vittima di uno sgarro tra clan rivali

In passato Immobile era stato protagonista di un particolare episodio di cronaca: era il febbraio del 2018 quando, sorpreso allora dai carabinieri e in possesso di marijuana e cocaina, aveva tentato di fuggire a piedi dopo essere sceso da un motociclo sul quale si trovava ma, a causa del fondo stradale viscido per la pioggia, era scivolato e si era procurato la frattura del malleolo sinistro (anteprima24.it)

Hanno fatto fuoco sotto gli occhi di donne e bambini, padri di famiglia e uomini di chiesa. Sono entrati in azione nel momento di maggiore densità di persone, lì all'esterno del piazzale di Sant'Alfonso dei Liguori, intorno all'una di ieri mattina. (ilmattino.it)

Sul caso stanno lavorando gli agenti della sezione investigativa di Torre Annunziata, guidati dal commissario Luigi Autiero, coadiuvati dai colleghi della Squadra Mobile. Al momento l’affiliato al clan Gionta è ancora ricoverato all’ospedale di Castellammare, ma non ha fornito indicazioni utili agli investigatori (Lo Strillone)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr