Scontri no green pass, botta e risposta Lamorgese-Meloni alla Camera

Scontri no green pass, botta e risposta Lamorgese-Meloni alla Camera
Virgilio Notizie INTERNO

Ordine pubblico: la riunione al Viminale. Al Viminale si è tenuta una riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduta dal ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

Al tavolo, convocato dopo i disordini di piazza a Roma di sabato scorso, erano presenti i vertici di intelligence e forze di polizia.

Scontri no green pass, botta e risposta Lamorgese-Meloni alla Camera Botta e risposta alla Camera dei Deputati tra il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese e la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni (Virgilio Notizie)

La notizia riportata su altri media

Crediamo che in Italia ci sia il tentativo di distogliere i cittadini dalla possibilità di scegliere democraticamente”. “Al ministro Lamorgese abbiamo chiesto di raccontare la verità sui gravissimi fatti accaduti sabato 9 ottobre. (La Voce del Patriota)

“È offensiva delle forze dell’ordine – ha spiegato la Meloni – perché le scene di 7 agenti lasciati a prendere le bastonate davanti alla sede della CGIL sono indegne. La ministra dell’Interno Luciana Lamorgese ha risposto alla Camera al question time a una interrogazione di Giorgia Meloni sui disordini di sabato scorso. (Oltre.tv)

Sulla manifestazione no Green Pass di Roma e sull’assalto alla sede della CGIL c’è chi non la dice tutta, il ministro Luciana Lamorgese, e chi non la dice vera, Giorgia Meloni. Con la leader di Fratelli d’Italia che evoca niente meno che la strategia della tensione, tensione architettata dall’esecutivo e reificata attraverso no vax e simili per colpire e mettere in difficoltà FdI. (Blitz quotidiano)

Tamponi, la Meloni critica Draghi: “Vergogna, vuole farli pagare alle aziende”

È inaudito e intollerabile che questo Governo scarichi la scelta scellerata di applicare il green pass come lasciapassare governativo per andare a lavorare sulle spalle delle imprese già in crisi e piegate dalla pandemia. (La Voce del Patriota)

“Il green pass oltre ad essere un obbligo vaccinale mascherato è diventato una bandiera ideologica che in una visione manichea ha diviso i buoni dai cattivi. Questo non solo garantirebbe quella pace sociale, che il governo con il suo furore ideologico sul green pass ha messo in discussione, ma soprattutto la sicurezza all’interno dei posti di lavoro più di quanto potrebbe il certificato verde digitale (La Voce del Patriota)

La leader di Fratelli d’Italia, come riportato dall’Agenzia Dire, è critica verso il premier Mario Draghi e le sue probabili imminenti decisioni in merito ai tamponi. (RomaIT)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr