Il video manipolato del poliziotto contro la ministra Lamorgese per le manifestazioni No Green Pass

Il video manipolato del poliziotto contro la ministra Lamorgese per le manifestazioni No Green Pass
Open INTERNO

La parte rimossa dal video pubblicato via Facebook riguarda un assalto dei manifestanti contro gli agenti

Il video è stato tagliato. A differenza del video TikTok, quello pubblicato via Facebook risulta rielaborato.

Per chi ha fretta. Il video con le contestazioni alla ministra Lamorgese è stato pubblicato il 4 ottobre 2021 via Facebook, ottenendo oltre 6 mila condivisioni.

La durata del video TikTok è superiore rispetto a quello pubblicato via Facebook di appena 18 secondi. (Open)

Su altri giornali

Dopo le bordate alla Camera della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni (leggi l’articolo), anche Matteo Salvini torna ad attaccare la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, su sbarchi e gestione dell’ordine pubblico durante le recenti manifestazioni dei No Green Pass. (LA NOTIZIA)

Sabato, dopo la manifestazione a piazza del Popolo, Castellino è stato protagonista anche dell'assalto alla sede della Cgil, quasi annunciato dal palco della manifestazione con un'arringa ai partecipanti. (RomaToday)

Certo è che non è esagerato il titolo del giornale Domani che dice, dopo averla a lungo difesa dagli attacchi di Salvini: “La ministra Lamorgese adesso è un problema per il governo Draghi” Ma non solo in piazza quel Giuliano Castellino metaforicamente travestito da Masaniello ha potuto fare il suo comodo. (Policymakermag)

La ministra Lamorgese adesso è un problema per il governo Draghi

“Un ministro incosciente e dormiente è lo strumento ideale di chi oggi come ieri trama nell’ombra. Dopo il rave party ora addirittura lascia percepire che gli incidenti e l’attacco alla sede della Cigl siano stati candidamente ritenuti “inevitabili” o addirittura “accompagnati”. (La Voce del Patriota)

Fratelli d’Italia chiede le “immediate dimissioni” della Lamorgese. Poi Giorgia Meloni, rivolgendosi direttamente al Ministro, dice: “La sua risposta sugli scontri di piazza avvenuti sabato scorso a Roma è a dir poco vergognosa. (L'Opinionista)

a ministra dell’Interno Luciana Lamorgese adesso non è più solo il bersaglio del leader della Lega, Matteo Salvini, ma è diventata un problema per il presidente del Consiglio Mario Draghi. La ministra dell’Interno Luciana Lamorgese adesso non è più solo il bersaglio del leader della Lega, Matteo Salvini, ma è diventata un problema per il presidente del Consiglio Mario Draghi. (Domani)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr