Tensione in Perù: a spoglio elettorale ancora in corso, la procura chiede l'arresto di Keiko Fujimori

Tensione in Perù: a spoglio elettorale ancora in corso, la procura chiede l'arresto di Keiko Fujimori
La Repubblica ESTERI

Tensione in Perù: a spoglio elettorale ancora in corso, la procura chiede l'arresto di Keiko Fujimori di Daniele Mastrogiacomo. (reuters). La candidata della destra è in svantaggio nel conteggio per le presidenziali, ma ha denunciato brogli chiedendo un riesame parziale delle schede.

La magistratura però tira in ballo il suo coinvolgimento nello scandalo Odebrecht: avrebbe intascato tangenti per le campagne elettorali del 2011 e 2016

(La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Secondo l’agenzia di stampa statale Andina, Perez ha accusato Fujimori di aver violato «la regola di condotta» che le vieta di comunicare con i testimoni del caso Perez ha invece sostenuto che Fujimori avrebbe violato le restrizioni a cui sarebbe sottoposta per il caso di corruzione che la vede sotto inchiesta dal 2018. (Farodiroma)

La candidata di destra Keiko Fujimori (Fuerza popular) ha ottenuto 8.735.239 suffragi che rappresentano il 49,81%. Si è concluso lo scrutinio dei voti espressi nel ballottaggio presidenziale del 6 giugno in Perù, anche se il risultato definitivo sarà corretto dalle decisioni del Tribunale nazionale elettorale (Jne) che deve esaminare i voti di 755 seggi in cui sono state riscontrate irregolarità. (L'Unione Sarda.it)

Secondo l'ultimo conteggio sarebbe stata battuta dal candidato comunista Pedro Castillo per 60'000 voti, ma ha contestato questo risultato. Intanto le autorità hanno iniziato la revisione di decine di migliaia di schede su richiesta della candidata populista di destra Keiko Fujimori (Bluewin)

Perù: Fujimori,’mi batto per la libertà contro il comunismo’

"La missione non ha rilevato gravi irregolarità", indica il rapporto preliminare della missione che saluta un "processo elettorale positivo, in cui si sono registrati miglioramenti sostanziali tra il primo e il secondo turno". (tvsvizzera.it)

La folla festeggia la vittoria di Pedro Castillo davanti al quartier generale di Perù Libre a Lima (afp) Perù, il leader della sinistra Castillo batte la "principessa" della destra Fujimori. L'ex maestro di Cajamarca prova a moderare il messaggio marxista: "Spazio per i privati nell'economia". (La Repubblica)

“Sono stata in prigione tre volte – ha poi ricordato – per oltre 16 mesi, lontana dalla mia famiglia. Ma alla fine il Tribunale nazionale elettorale (Jne) ne avrebbe accolte, secondo i media peruviani solo circa 200. (Icona News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr