Buccinasco: ucciso “Dumdum”, storico broker della coca

Il Fatto Quotidiano INTERNO

Ucciso in bici

Forse per un “debito di coca” non pagato a causa di sequestri di polizia.

Questa una delle ipotesi sul tavolo della Procura di Milano e dei carabinieri.

Arriva dal passato l’omicidio del “narcos” siciliano Paolo “Dum dum” Salvaggio (60 anni).

Salvaggio è stato ucciso a Buccinasco, roccaforte delle ’ndrine di Platì.

(Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altre testate

La vittima usava telefono criptato di Ilaria Carra. (ansa). Indagini serrate dei carabinieri sull'esecuzione avvenuta in pieno giorno dell'ex boss della droga, che era ai domiciliari e aveva una malattia allo stadio terminale (La Repubblica)

Proprio di fianco alla scena del delitto si apre il parco Spina Azzurra, il più grande e frequentato di Buccinasco. Una scena da film, "alla Gomorra" come ha detto un passante che ha visto sfrecciare lo scooter nero dopo l’agguato. (Il Giorno)

Dai primi rilievi della sezione investigazioni scientifiche dell'Arma sono almeno 4 i proiettili esplosi. Salvaggio lascia una moglie e una figlia - LEGGI L'ARTICOLO (La Repubblica)

(mi-lorenteggio.com) Milano, 12 ottobre 2021 – “La palese e plateale ostentazione di potere di ieri a Buccinasco deve essere un monito per lo Stato e per la Comunità europea. Lo Stato non mostri debolezza perché le mafie ne approfittano perseguendo come fine ultimo l’alternatività alle istituzioni più del profitto”. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Questo dimostra che le mafie nel comune di Buccinasco sono una realtà; per questo noi dobbiamo continuare, come amministrazione, a combattere e a vigilare, perché la situazione in città non può essere considerata sotto controllo". (Corriere TV)

Ha scritto le pagine nere della storia criminale del territorio e ancora oggi disegna scenari inquietanti. Ma la mafia qui, a Buccinasco, tristemente ribattezzata come "Platì del Nord", la mafia esiste. (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr