SPILLO/ La mezza verità su Napoli ricordata da Le Figaro

Il Sussidiario.net CULTURA E SPETTACOLO

Anche la squadra di calcio in verità non sta sfigurando e tutto sommato stiamo parlando della patria elettiva di Maradona.

Ti inorridisce con l’abisso di comportamenti intollerabili e ti stupisce con vette di virtuosismo che non hanno pari

Il Comune in dissesto non fa più notizia, l’inefficienza della burocrazia è risaputa, la qualità media della classe dirigente lascia a desiderare.

Ha fatto molto discutere e continua a far discutere il reportage su Napoli firmato per Le Figaro da Valèrie Segond, una brava e scrupolosa collega per chi la conosce. (Il Sussidiario.net)

La notizia riportata su altri media

Infortunio Osimhen: Napoli arrabbiato. Allegri che invece è un filo più pragmatico (‘conta solo vincere’) il suo lo ha fatto. (Calcio Napoli notizie su Napolipiu.com)

Lo ha dichiarato il presidente di Confguide Confcommercio Campania Paolo Mazzarella Bollare Napoli come “Terzo Mondo” non è offensivo, ma dimostra l’incapacità della signora Segond di usare un linguaggio degno di designare la complessità dello scenario che ha tentato di descrivere. (TeleIschia)

Anche il sindaco di Bacoli, Josi Gerardo della Ragione, ha espresso la propria opinione, non solo sull’articolo di Le Figaro ma anche sulle polemiche sterili che sono seguite. (GeosNews)

In aggiunta, chiaramente, come si può immaginare, non poteva mancare l’ampio cenno alla camorra e alla micro-criminalità. Abbracciare la complessità delle questioni dovrebbe, d’altronde, essere il compito di un giornalista (Senza Linea)

"E' sbagliato parlare di terzo mondo, pur non volendo nascondere i problemi della città", spiega Paolo Mazzarella “In risposta alla giornalista che su Le Figaro definisce Napoli "terzo mondo d'Europa" vogliamo dire che non ci sentiamo offesi, benché il suo intento con tale affermazione volesse essere evidentemente offensivo. (GeosNews)

Assegnandoci alla dimensione del terzo mondo, si illudevano che avessimo la capacità di reagire alla nostra condizione, per scalare le classifiche e tornare ad essere dove eravamo un tempo Le Figaro ha definito, in un suo recente articolo, Napoli come una città del terzo mondo. (Gente e Territorio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr