Omicron, boom contagi tra i 5 e gli 11 anni. Direttore Meyer: «A un mese dall'infezione, anche negli asintomatici, può verificarsi sindrome infiammatoria»

ilmessaggero.it INTERNO

E si rileva ancora un forte aumento dei ricoveri per i più piccoli di 5 anni, pari a oltre dieci per 1.000.000 abitanti, e un aumento più contenuto nella fascia 16-19 anni».

Nella Penisola infatti, continuano a salire contagi e ricoveri tra i bambini per Covid.

Ad oggi infatti, tra i 5 e gli 11 anni, gli immunizzati sono appena il 2%

Ventiquattro ricoverati in intensiva avevano tra i 3 e i 5 anni. (ilmessaggero.it)

La notizia riportata su altri media

Facebook. Twitter. . Redazione di Met. . Pazienti pediatrici Covid, al via il monitoraggio di Aopi: il 76% dei bambini ricoverati non è vaccinato. . Sono questi alcuni dei dati più significativi che emergono dalla rilevazione di Aopi, l’Associazione degli Ospedali pediatrici italiani, che ha attivato un sistema di monitoraggio settimanale dei pazienti Covid - bambini e adolescenti - ricoverati sia in area medica che in area critica. (MET - Provincia di Firenze)

I dati. I dati raccolti nel primo monitoraggio riguardano la giornata di lunedì (10 gennaio): nei principali ospedali pediatrici italiani erano 212, in tutto, i bambini ricoverati: 192 nell’area medica e 20 nell’area intensiva. (LuccaInDiretta)

La variabile della vaccinazione pesa in modo significativo sulla gravità dell’infezione: su 13 piccolissimi ricoverati in terapia intensiva o sub intensiva, ben 9 hanno genitori non vaccinati E il 69% dei ricoveri in area intensiva dei piccoli fino a 4 anni riguarda bambini che hanno genitori non vaccinati. (Campanianotizie)

Il 76% dei ricoveri in area medica tra i 5 e i 18 anni riguarda pazienti non vaccinati. La variabile della vaccinazione pesa in modo significativo sulla gravità dell’infezione: su 13 piccolissimi ricoverati in terapia intensiva o sub intensiva, ben 9 hanno genitori non vaccinati (IlCuoioInDiretta)

La raccolta dati è effettuata dalle quindici realtà italiane più importanti nell’ambito delle cure dei più piccoli e dei giovanissimi. (Rietinvetrina)

È quanto emerge dalla rilevazione di Aopi, l'Associazione degli ospedali pediatrici italiani, che ha attivato un sistema di monitoraggio settimanale dei pazienti Covid, per bambini e adolescenti, ricoverati sia in area medica che in area critica. (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr