Il vino italiano vale 14,2 miliardi. Ma online se ne vende solo il 4%

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Ascolta la versione audio dell'articolo. 1' di lettura. Il vino italiano vale 14,2 miliardi di euro e questo dato colloca il nostro Paese al terzo posto nella classifica internazionale, dopo la Francia (20,7 miliardi) e Regno Unito (15,8 miliardi).

Loading. L’Italia si posiziona a metà strada registrando, come provenienti da shop online, il 4% delle vendite.

Il dato emerge da Wine Report, studio realizzato da Cross Border Growth Capital, advisor in Italia per operazioni di finanza straordinaria per startup e Pmi, e dall’enoteca online Vino. (Il Sole 24 ORE)

Se ne è parlato anche su altre testate

Produzione: 3000 bottiglie per tipologia – Greco – Falanghina – Fiano. advertisement. Processo di vinificazione seguito da due enologi Pasquale Telaro – Andrea Pala. L’unione di due tecniche, due storie due filosofie, due territori che si uniscono per creare queste tre tipologie in quantitativi limitati. (Sardegna Reporter)

E’ una foto tutta a colori quella del mercato del mercato mondiale delle bevande alcoliche che, con i suoi cinque segmenti – vino, superalcolici, birra, sidro, ready to drink – raggiunge un valore di 1.317 miliardi di euro per un Cagr stimato su 5 anni (2020-2025) del 5,5%. (Food Affairs)

Anche a dicembre – continua Terna – viene confermato il trend positivo che ha caratterizzato il 2021 con un più 5,9% sul 2020. Ma nonostante il record di produzione, per le rinnovabili c’è stato “un contenuto incremento della potenza installata”. (LaPresse)

Essendo gadget aziendali ultra utilizzati anche in questo caso l’apprezzamento sarà assicurato. Gaget Aziendali Premium: quali scegliere. Gaget Aziendali Premium. (Sardegna Reporter)

I consigli dell’esperto. - Vini bianchi, i 4 migliori del Sud. - Vino, le 9 migliori bottiglie italiane a meno di 13 euro. - Wine Enthusiast, i migliori vini al mondo (sotto 13 euro): 11 sono di cantine italiane. (Corriere della Sera)

“Ulteriormente, è proprio il mercato italiano del vino a mostrare il miglior stato di salute in uscita dal 2020, con valori pre-Covid recuperabili già nel 2022 A trainare è la birra (42% del totale del mercato mondiale), seguita dai superalcolici (35%) e dal vino (20%). (Gazzetta di Firenze)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr