La nuova mostra di Maurizio Cattelan è un racconto del ciclo della vita

MilanoToday.it CULTURA E SPETTACOLO

Il progetto. l progetto espositivo, a cura di Roberta Tenconi e Vicente Todolí, è concepito come una narrazione in capitoli che si sviluppa negli spazi di Pirelli HangarBicocca, rappresentando simbolicamente il ciclo della vita dalla creazione alla morte.

«“Breath Ghosts Blind” affronta questioni esistenziali che toccano ciascuno di noi, il ciclo della vita dalla nascita alla morte.

Queste sono le ossessioni di Maurizio Cattelan, le sue opere sono antenne sincronizzate con il mondo, capaci di catalizzare la nostra eseprienza della storia, anche quando si tratta di eventi drammatici» spiega laCuratrice di Pirelli HangarBicocca e co-curatrice della mostra Roberta Tenconi

Apre al pubblico il 15 luglio la mostra personale di Maurizio Cattelan “Breath Ghosts Blind” prodotta da Pirelli HangarBicocca. (MilanoToday.it)

Ne parlano anche altre fonti

Cattelan rielabora quest’immagine iniziale, e la porta a una tensione parossistica, con l’obiettivo di mettere in discussione il presente in cui viviamo. Una visione, quindi, della sua storia personale ma anche di quella di tutti noi, che attraversa tutti i momenti che scandiscono l’esperienza umana. (ilGiornale.it)

Ico Parisi muore a Como nel 1996. Ancora una volta Cattelan - come Ico Parisi, come deve fare l'arte - non dà risposte (ilGiornale.it)

Alla Fondazione Magistretti, in via Conservatorio 20, la mostra Magistretti Revisited curata da Rosanna Pavoni con Margherita Pellino, visitabile su prenotazione fino al 24 febbraio 2022 In Triennale, la mostra Vico Magistretti Architetto milanese, curata da Gabriele Neri e in collaborazione con la Fondazione Magistretti, da vedere fino al 12 settembre. (Living)

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria. https://pirellihangarbicocca.org/mostra/maurizio-cattelan/#. Leggi anche. Alessandra Sarchi, Bidibibodibibu, ovvero i sogni hanno gambe lunghissime. Marco Belpoliti, The End. (doppiozero)

Risale invece al 1986 la sua prima antologica, al PAC di Milano (Ico Parisi: l’Officina del possibile). Per chi invece non conosce il mondo visionario (e, per certi versi, un po’ dimenticato) di Ico Parisi potrebbe essere un’interessante occasione di approfondimento. (Finestre sull'Arte)

L'esibizione Breath Ghosts Blind parte del programma espositivo 2021, concepito dal direttore artistico Vicente Todolí assieme al dipartimento curatoriale guidato da Roberta Tenconi, inizia con l'opera in marmo bianco Breath, un uomo in posizione fetale e un cane, entrambi distesi a terra l'uno di fronte all'altro. (Panorama)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr