Confcommercio: “Il Covid ferma il “treno” del terziario. Attività artistiche, intrattenimento e divertimento in calo del 27%”

Confcommercio: “Il Covid ferma il “treno” del terziario. Attività artistiche, intrattenimento e divertimento in calo del 27%”
AGIMEG ECONOMIA

Per fotografare la crisi ci sono ovviamente i numeri che sono stati declinati nel rapporto dell’Ufficio Studi Confcommercio “La prima grande crisi del terziario di mercato” (documento pdf).

29,4 32,6 33,0 35,2 totale 100,0 100,0 100,0 100,0 totale (miliardi di euro) 893,0 1449,7 1605,6 1490,6 unità di lavoro (composizione %) agricoltura 7,5 5,2 5,2 5,7 industria 27,0 25,8 21,7 21,8 Area Confcommercio 37,6 42,7 47,3 45,7 altro (compresa P. (AGIMEG)

Ne parlano anche altre testate

E "se per alcuni settori - spiega inoltre l'Unione nazionale consumatori (Unc) - come abbigliamento e calzature, con la fine del lockdown è atteso un logico e consistente rimbalzo per recuperare quanto non acquistato nel 2020, per altri, come trasporti, ricreazione, alberghi e cultura, nonostante sia lecito attendersi una ripresa e una ritrovata voglia degli italiani di tornare a spendere, circolare e vivere come prima, non si potranno riprendere i miliardi persi durante la pandemia" ha detto il presidente dell'Unc Massimo Dona (TG La7)

La rinascita del Paese nei prossimi 10 anni passa anche da qui Confcommercio ha lanciato l’allarme per il terziario di mercato: dopo 25 anni di ininterrotta spinta sul PIL e sull’occupazione, è arrivata la grave battuta di arresto. (Money.it)

Ed è ora di fare squadra con tutto il comparto dei pubblici esercizi per una vera ripartenza del paese» Di fronte a quanto accaduto, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi ha deciso di lanciare una campagna, che partirà domani, martedì 4 maggio, “in difesa del consumo sicuro all’interno dei bar e delle riaperture di tutti i pubblici esercizi”. (Normanno.com)

Crisi Covid, presidente Confcommercio Sicilia in sciopero della fame

Confcommercio lancia la campagna per il consumo al banco sicuro, dopo le immagini degli assembramenti a Milano. “Ventimila persone in piazza a Milano e pubblici esercizi chiusi da un anno. In questi mesi – afferma Picciotto – avremmo potuto essere esempio di modelli virtuosi, spacciando sicurezza e saper fare, e fornendo ai ragazzi spazi aggregativi sicuri. (Tempo Stretto)

Questo il quadro che emerge dal rapporto dell'Ufficio studi Confcommercio "La prima grande crisi del terziario di mercato". Confcommercio: situazione è drammatica. (Tiscali Notizie)

Lo afferma il presidente di Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti, annunciando da giovedì prossimo «lo sciopero della fame per evidenziare lo stato di gravissima difficoltà che attanaglia tutte le imprese del comparto, soprattutto gli addetti alla ristorazione e i bar». (La Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr