Tesla, giovane hacker controlla 25 auto a distanza

Tesla, giovane hacker controlla 25 auto a distanza
DR COMMODORE ECONOMIA

Le auto della società di Elon Musk hanno infatti moltissimi sistemi all’avanguardia, che fanno assomigliare le automobili a dei veri e propri computer a 4 ruote.

Quello che è successo con Tesla, riguarda proprio un “buco” nei loro sistemi, che ha permesso a un giovane hacker 19enne di prendere il controllo di alcune automobili.

Tesla è stata la casa automobilistica che ha reso le auto più tecnologiche in assoluto. (DR COMMODORE)

Su altri media

Secondo quanto dichiarato da Colombo tramite Twitter, la colpa non sarebbe nemmeno di Tesla ma di applicazioni di terze parti utilizzate dai singoli proprietari, come quelle che si utilizzano per tenere d’occhio i consumi e lo stato di salute delle batterie, o quelle che permettono di attivare alcune funzioni particolari da remoto. (Tom's Hardware Italia)

Il tutto, ovviamente, senza aver avuto l’autorizzazione dagli ignari proprietari e sfruttando una vulnerabilità nelle applicazioni di terze parti. Tutti parametri che David Colombo, 19enne tedesco che si definisce specialista in cybersicurezza, sarebbe riuscito a controllare da remoto in ben venti Tesla dislocate in dieci Paesi. (Corriere della Sera)

Da Tesla, almeno per ora, nessuna reazione, anche se Colombo ha riferito di aver avuto contatti con la divisione del costruttore che si occupa della sicurezza. L'hacker ha individuato un nuovo punto debole nel sistema montato sulle auto elettriche, anche se ha spiegato che non riguarderebbe né il software di Tesla né la sua rete. (La Stampa)

Cosa c'è di vero: 25 Tesla sarebbero state violate e controllate totalmente da remoto secondo un Haker, ecco la vicenda

Da qui, parte la preoccupazione: pare che in hacker di appena 19 anni, abbia dichiarato che è in grado di controllare i software di Tesla. Già, dovrebbe, perché non mancano episodi in cui risulta venire meno la sicurezza della piattaforma, come nel caso di un hacker tedesco in grado di “controllare da remoto completamente” le auto del Costruttore californiano. (GPOne.com)

Stando sempre al racconto del giovane, il team di sicurezza Tesla ha successivamente rilasciato una patch specifica per la vulnerabilità Per controllo remoto si intende la possibilità di aprire le porte , i finestrini , disabilitare la Sentry Mode , e avviare il motore . (SmartWorld)

Questa vicenda inizia con un post su Twitter; il diciannovenne David Colombo, imprenditore tedesco nel settore della cybersicurezza, afferma di avere il pieno controllo di auto Tesla altrui in tutto il mondo. (Computer Magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr