F1 GP Portogallo 2021: occhio alla griglia

F1 GP Portogallo 2021: occhio alla griglia
Autoblog SPORT

L’australiano dovrà darsi da fare con i fatti, mentre Raikkonen dovrà ritrovare motivazioni, vedremo come andrà alla prima curva

Certo, domani è un altro giorno, citando Rossella O’Hara in Via col vento, ma intanto oggi quella seconda posizione in griglia brucerà un pochino ad Hamilton.

Bottas VS Hamilton. L’incidente di Imola e le successive polemiche non avranno giovato di sicuro allo stato d’animo di Bottas, sempre precario, seppur di lusso, in questa F1 milionaria. (Autoblog)

Ne parlano anche altri media

Lewis Hamilton (M) 1:18.355. Mercedes 2ª Fila 3. Come sempre, la tempistica delle soste dipenderà anche dalle temperature della pista e dell’aria, che probabilmente saranno simili a quelle odierne, o forse leggermente più calde (FormulaPassion.it)

A partire con le gomme gialle dalla top ten ci saranno Bottas, Hamilton, Verstappen e Leclerc. Ieri la favorita per la vittoria era la Red Bull, che comunque se la sarebbe dovuta vedere con le due Mercedes (Quotidiano.net)

Peggio ha fatto Daniel Ricciardo, che non ha superato il Q1 e scatterà sedicesimo con la seconda McLaren Dietro alle Mercedes ci sono le Red Bull di Max Verstappen e Sergio Perez. (AutoMotoriNews)

GP Portogallo 2021: passo gara, strategie gomme, meteo e TV

Il briefing pre-gara non sarà dei più semplici per la Mercedes, ma potrà giocare un ruolo cruciale sul bilancio finale del weekend. Era solo questione di tempo, e domani a Portimao potrebbe esserci la prima parte di una saga che vedremo in più puntate. (Motorsport.com Italia)

Domani si preannuncia una gara molto tirata visto che le monoposto sono tutte molto vicine. Le qualifiche ufficiali del terzo gran premio della stagione 2021 di Formula 1, a Portimao, in Portogallo, indicativamente hanno rispettato quanto visto nelle libere di venerdì. (AlVolante)

Leggi anche – GP Portogallo: Leclerc inveisce contro Hamilton: il gesto del ferrarista – Video. GP Portogallo, l’effetto dei saliscendi sui piloti. La sfida però non riguarda solo l’aspetto tecnico delle monoposto, ma coinvolge inevitabilmente anche i piloti. (AutoMotoriNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr