Piano vaccini anti Covid in Lombardia, somministrate 3.553.882 dosi: i dati di lunedì 3 maggio

Piano vaccini anti Covid in Lombardia, somministrate 3.553.882 dosi: i dati di lunedì 3 maggio
Fanpage.it INTERNO

Sono poi state somministrate 497.963 dosi nella fascia d'età 60-69 anni.

Sono invece 216.924 le dosi somministrate a persone ultra 90enni.

Ultima categoria per dosi somministrate le forze armate

Ieri erano state somministrate 3.470.208 di dosi di vaccino contro il Covid-19 su 3.682.650 consegnate, pari all'90,7 per cento del totale.

In Lombardia sono state somministrate 3.553.882 dosi di vaccino contro il Coronavirus su 4.067.550 consegnate, per una percentuale pari all'87,4 per cento del totale. (Fanpage.it)

Su altri media

I macro-territori A livello provinciale è Cremona che guida la classifica regionale delle immunizzazioni con il 31,61%. Seguono la provincia di Lecco (28,61%), quella di Pavia (28,26%) e quella di Bergamo (28,01%). (Corriere della Sera)

Variante indiana, Moratti: in Lombardia per ora non sono stati identificati casi La vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, ha risposto a un’interrogazione durante il Consiglio regionale. (L'Eco di Bergamo)

Nei prossimi anni, per i soggetti più a rischio e più esposti, saranno necessarie delle dosi di richiamo aggiornato con varianti «La Lombardia è da Champions League - ha detto tre giorni fa il capo della campagna, Guido Bertolaso - vediamo se riusciamo a farle vincere lo scudetto». (ilGiornale.it)

Forse da giovedì aperte le prenotazioni per i vaccini under 60 non fragili

Coronavirus in Lombardia, i dati di lunedì 3 maggio. Tornano a diminuire i ricoverati nelle terapie intensive della Lombardia. Con 15.287 tamponi effettuati, sono 637 i nuovi positivi delle ultime 24 ore. (MyValley.it)

Nessun nuovo caso in provincia di Lodi. Oltre 4 mila i guariti in Regione. Coronavirus, il bollettino di oggi 3 maggio: in Lombardia 637 nuovi casi e 28 vittime. (La Repubblica)

A quel punto, ipotizza il Welfare, si potrebbe riprendere con i grandi numeri raggiunti la scorsa settimana, aprire tutte le linee ancora non attive dei grandi hub e partire con le prenotazioni degli under 60 senza esenzione per patologia cronica (BergamoNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr