Covid: gip Milano archivia accuse, Fedez non ha diffamato il Codacons (2) | SassariNotizie 24 ore - 588078

SassariNotizie.com CULTURA E SPETTACOLO

cronaca. (Adnkronos) - Per il gip Crepaldi, che non ha ritenuto sufficienti i motivi avanzati dall'associazione che si era opposta alla richiesta di archiviazione, quelle del cantante sono opinioni basate su fatti veri che rientrano nel diritto di critica.

Fedez festeggia su Instagram con una piccola danza "della vittoria" la decisione del giudice e canticchia "e poi me ne restano mille.", frase del suo ultimo successo su cui il Codacons ha presentato un altro esposto per pubblicità occulta rispetto al video

(SassariNotizie.com)

Su altri giornali

LEGGI ANCHE –> Uomini e Donne, Samantha e Alessio si sono lasciati? Le due, dopo la fine dell’esperienza al Grande Fratello Vip, sembravano aver recuperato la loro amicizia ma nelle scorse ore hanno di nuovo discusso (CheDonna.it)

Fedez assolto per la causa di diffamazione contro il Codacons ironizza: “Ma poi me ne restano mille” Fedez esulta per l’archiviazione dell’accusa di diffamazione che il Codacons ha avanzato nei suoi confronti lo scorso anno, in seguito ad affermazioni ritenute lesive della credibilità dell’associazione. (Music Fanpage)

Fedez non ha diffamato il Codacons, il gip di Milano archivia l’indagine. Il gip di Milano, Roberto Crepaldi, ha deciso di archiviare l’indagine per diffamazione aperta contro Fedez, al secolo Federico Lucia, aperta dopo la denuncia presentata dal Codacons datata 17 aprile 2020. (Yahoo Notizie)

cronaca. (Adnkronos) - Il gip di Milano Roberto Crepaldi ha disposto l'archiviazione dell'indagine per diffamazione contro Federico Lucia, in arte Fedez, partita da una denuncia del Codacons del 17 aprile 2020. (SassariNotizie.com)

Parole che, secondo l’associazione dei consumatori, erano “lesive della sua immagine e della sua onorabilità”. Secondo il giudice, infatti, quelle di Fedez sul Codacons (condivise sulle Ig Stories del rapper) erano legittime “opinioni basate su fatti veri e comunicate in modo continente e rispondenti all’interesse pubblico”. (neXt Quotidiano)

Sono passati circa quattro mesi da quando il Codacons ha chiesto un risarcimento a Mark Zuckerberg per un down di WhatsApp, Instagram e Facebook (trovate la notizia cliccando qui). A questo punto ci piace fare i “Giacobbo” della situazione pensando che dietro tutto questo ci sia un attacco hacker proprio del caro Fedez. (DR COMMODORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr