Pensioni: importo medio nel 2020 scende a 1.249 euro

Pensioni: importo medio nel 2020 scende a 1.249 euro
Più informazioni:
InvestireOggi.it INTERNO

Mentre quelle con decorrenza nel periodo gennaio-marzo 2021 sono state 188.840 in totale, per un importo medio di 1.190 euro.

Le gestioni dei lavoratori autonomi erogano il 28% delle pensioni, per un importo in pagamento del 24,2%

Pensioni, importo medio 1.249 euro. Più nel dettaglio, il totale delle pensioni con decorrenza nel 2020 è di 844.879, per un importo medio mensile alla decorrenza di 1.249 euro. (InvestireOggi.it)

La notizia riportata su altri media

La riforma delle pensioni avanzata dai sindacati prende spunto dalla Legge Dini, che però era riferita solo al calcolo contributivo. «Circa un quarto delle donne lavoratrici – ha aggiunto la ministra – abbandona la propria occupazione dopo la nascita di un figlio. (The Wam.net)

Con l’uscita di scena, a fine 2021, di Quota 100, infatti, si rischia di tornare in massa ai parametri della riforma Fornero. Cgil, Cisl e Uil hanno organizzato, il 4 maggio, un’iniziativa per chiedere di “cambiare le pensioni adesso” e prevedere più flessibilità in uscita. (Tecnica della Scuola)

Pensione anticipata a 62 anni. Stando alle stime di spesa effettuate dall’Inps e considerati i risparmi derivanti da quota 100 (circa 8 miliardi rispetto a quanto preventivato), concedere la pensione in anticipo a 62 anni è possibile e sostenibile. (InvestireOggi.it)

Pensioni, 62 anni o 41 anni di contributi: così i sindacati vogliono scongiurare il ritorno alla legge Fornero

La battaglia dei sindacati - ha spiegato il leader Cgil - è di cambiare le pensioni per cambiare il Paese mettendo al centro la centralità del lavoro con diritti". Roma, 4 maggio 2021 - Sindacati in pressing sul governo sul tema pensioni prima dello stop - a fine anno - della sperimentazione di Quota 100. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

E intendono discuterne presto con il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, secondo il quale comunque una riforma delle pensioni non rappresenta una priorità per il Governo. Nel dettaglio, durante il convegno “Cambiare le pensioni adesso”, Maurizio Landini (Cgil), Luigi Sbarra (Cisl) e Pierpaolo Bombardieri (Uil), hanno lanciato una serie di proposte per la riforma delle pensioni in previsione del superamento di Quota 100. (Money.it)

Dal 1° gennaio 2022 verrà ripristinata la legge Fornero che prevede l’uscita da lavoro a 67 anni. La misura era valida per tre anni e consentiva l’uscita anticipata dal mondo del lavoro per chi vanta almeno 38 anni di contributi con un’età anagrafica minima di 62 anni. (Orizzonte Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr