Apple presenta iOS 15: ecco come cambia FaceTime

Apple presenta iOS 15: ecco come cambia FaceTime
Più informazioni:
macitynet.it SCIENZA E TECNOLOGIA

Dal punto di vista del video, attraverso la griglia viene semplificato il raggruppamento dei volti nelle videochiamate di gruppo e diventa più facile riconoscere chi sta parlando in quel determinato momento.

«Essere connessi oggi è cambiato con la pandemia di coronavirus», spiega Craig Federighi nell’introdurre le novità principali di iOS 15.

Altra novità sono i “Facetime link”, con cui diventa possibile pianificare gli appuntamenti in videochiamata condividendo il link della chat in anteprima: questo diventa uno strumento molto utile perché permette di espandere le possibilità di FaceTime, fino ad oggi relegato soltanto all’utlizzo tra utenti Apple con dispositivi Apple. (macitynet.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Segnaliamo infine Digital Legacy: è un servizio che permette a un utente di designare un contatto che potrà accedere alla propria libreria iCloud in caso di morte ): prima di tutto il nuovo abbonamento iCloud+ o iCloud Plus. (HDblog)

Il nuovo modo di gestire l'audio, ti fare sentire come se i tuoi contatti – quelli in call – fossero in call con te. Non solo, arriva anche una soppressione del rumore incredibilmente efficace: non ci saranno più rumori intorno a te mente parli. (Telefonino.net)

Senza ulteriori indugi quindi, ecco l’elenco completo degli iPhone compatibili con iOS 15. iPhone 6s e 6s Plus. iPhone SE (sia prima che seconda generazione). (sia prima che seconda generazione) iPhone 7 e 7 Plus. (MobileWorld)

WWDC 2021, cosa ci aspettiamo dall'evento Apple di questa sera

Secondo il Financial Times, Apple dovrebbe rafforzare le sue regole sulla trasparenza del tracciamento dopo che alcune app sono riuscite a utilizzare soluzioni alternative per identificare gli utenti senza il loro consenso. (iPhone Italia)

Da non escludere a priori la possibilità che possa essere annunciato nuovo hardware. Nelle ultime settimane, infatti, si sono intensificate le voci circa la possibile presentazione dei MacBook Pro da 14 e 16 pollici accompagnati da un processore Apple Silicon più potente (HDblog)

In un periodo difficile per la supply chain, Apple potrebbe tuttavia aver deciso di rimandare l’annuncio dei nuovi modelli all'autunno, mostrando alla WWDC solo il cuore del sistema. Creando un nuovo sistema operativo per l’HomePod, Apple potrebbe finalmente rivaleggiare con Alexa di Amazon, rispondendo di fatto alle “skill” che hanno portato Alexa al suo meritato successo. (DDay.it - Digital Day)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr