Gallinari: "Belinelli-Datome? Mi spiace non ci siano. A Tokyo per vivere un sogno" - Sportmediaset

Gallinari: Belinelli-Datome? Mi spiace non ci siano. A Tokyo per vivere un sogno - Sportmediaset
Altri dettagli:
Sport Mediaset SPORT

Ecco Danilo Gallinari, alla vigilia dell'apertura delle Olimpiadi di Tokyo 2020 che vedrà poi l'Italbasket esordire contro la Germania domenica.

Spiace non vivere l'Olimpiade con loro per tutto quello che avevamo sognato negli anni e capisco quello che stanno passando psicologicamente per non essere qui".

L'azzurro: "Essere qui era il nostro obiettivo da dieci anni". "Io sono qui per vivere il mio sogno. (Sport Mediaset)

La notizia riportata su altri giornali

Alla vigilia di Tokyo 2020, il 'Gallo' - inserito in extremis nel roster dal Ct Meo Sacchetti - ha parlato dell'assenza dei due compagni: "Io sono qui per vivere il mio sogno, ma dispiace non vedere qui Belinelli e Datome, con i quali siamo compagni da quando eravamo giovani. (Sky Sport)

Lo dice Danilo Gallinari, alla vigilia dell'apertura delle Olimpiadi di Tokyo 2020 che vedrà poi l'Italbasket esordire contro la Germania domenica Comunque, sarò in debito a vita con i ragazzi per avermi consentito di partecipare ai Giochi, li ringrazierò per sempre”. (La Gazzetta dello Sport)

Con la nostra presenza qui, penso e spero possa dare un bel messaggio per il nostro basket, anche ai ragazzi giovani”, conclude Gallinari La stella del basket azzurro nel gruppo al posto di Abbas: "E' il primo che ho sentito per ringraziarlo. (Adnkronos)

Tokyo 2020 - Italia, Gallinari "Qui per vivere il sogno, spiace per Beli e Gigi"

Oggi si trova a Tokyo per le olimpiadi del 2020 con l'Italbasket per vivere sulla propria pelle le stesse emozioni olimpiche di 17 anni fa. Nel 2004 il sedicenne Danilo Gallinari era davanti alla tv a fare il tifo per la Nazionale di Charlie Recalcati ad Atene. (Pianetabasket.com)

“Sono in debito a vita con questi ragazzi, li ringrazierò per sempre”, dice con la sincerità che gli si legge negli occhi. Per questo Gallinari, una volta ricevuta la convocazione, ha immediatamente chiamato Abi Abass, scelto da coach Meo Sacchetti per lasciargli il posto. (LaPresse)

Spiace non vivere l'Olimpiade con loro per tutto quello che avevamo sognato negli anni e capisco quello che stanno passando psicologicamente per non essere qui" Spiace non vederli qui, questo era il nostro obiettivo da dieci anni ma se non sono venuti avevano motivi seri. (Pianetabasket.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr