IMU 2021: riduzione per i pensionati esteri, sostituisce la vecchia esenzione

IMU 2021: riduzione per i pensionati esteri, sostituisce la vecchia esenzione
Informazione Fiscale ECONOMIA

A stabilirlo è stata la Legge di Bilancio 2021 che ha previsto anche una riduzione di due terzi per la Tari per questa categoria di contribuenti.

si avvicina il pagamento dell’acconto: i pensionati esteri devono versare le somme dovute considerando la riduzione del 50 per cento prevista dall’ultima Legge di Bilancio.

per i pensionati esteri una riduzione del 50 per cento dell'importo dovuto.

riduzione per i pensionati all’estero: i requisiti. (Informazione Fiscale)

Ne parlano anche altre testate

Esenzione IMU abitazione principale, pertinenze ed assimilazioni. Sono esentati dall’IMU 2021 gli immobili adibiti ad abitazione principale del possessore e del suo nucleo familiare, purché appartenente a categoria catastale non di lusso (ossia diverse da A/1, A/8 ed A/9). (InvestireOggi.it)

Blocco degli sfratti e occupazioni li espropriano. Mario Draghi fermi almeno la mano del fiscoCi sono 100.000 italiani che tra pochi giorni pagheranno l'Imu su una casa che non hanno. O meglio: la casa è loro, ma è come se non lo fosse, perché non ne possono disporre a proprio piacimento. (La Verità)

Esenzione IMU: agevolazione da segnalare. La Dichiarazione IMU 2021, dunque, va compilata e trasmessa al Comune anche dai beneficiari dell’esenzione d’imposta, esonerati dal versamento dell’IMU nel corso del 2020 per effetto dei decreti di Governo in materia di Coronavirus: questi soggetti dovranno semplicemente barrare la casella “Esenzione”. (PMI.it)

Dall'IMU alle imposte sui redditi: tutte le scadenze di giugno

Prima rata Imu tra conferme e novtà. Prima casa sempre esente. L'Imu sugli immobili per uso abitativo è dovuta solo quando non si tratta di prima casa, ossia per tutti gli immobili non utilizzati direttamente dal proprietario come abitazione di residenza. (la Repubblica)

Pertanto, anche in quest’ultimo caso, i soggetti passivi dovranno presentare la dichiarazione, barrando la casella “Esenzione”. Ciò non vale, peraltro, per gli enti non commerciali per i quali, in base alla legge di Bilancio 2020, la “dichiarazione deve essere presentata ogni anno”. (Ipsoa)

Ma non per tutti. Scadenze del 30 giugno 2021. Il 30 giugno, salvo che non venga decisa qualche proroga, soprattutto con riferimento ai versamenti delle imposte derivanti dalle dichiarazioni dei redditi, si preannuncia una vera e propria “giornata campale”. (Ipsoa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr