Lukaku si sfoga: «Razzismo ai massimi storici, colpa anche dei social media»

Lukaku si sfoga: «Razzismo ai massimi storici, colpa anche dei social media»
Calcio News 24 SPORT

RAZZISMO – «Credo che, in questo momento, il razzismo nel calcio sia al massimo storico.

Penso che quando è successo, qualcosa è cambiato.

In una intervista alla CNN Romelu Lukaku è tornato a parlare dell’argomento razzismo.

Ma perché non metti la stessa energia anche quando si tratta di razzismo?»

In Italia, quando è successo a me direttamente, si è fatto qualcosa perché la Serie A ha parlato con e la mia squadra». (Calcio News 24)

Su altre testate

Secondo me i social media potrebbero fare di più in questo senso, è facile rintracciare le persone colpevoli di questi comportamenti". L'AFFONDO. L'attaccante dell'Inter: "In Italia con la Serie A abbiamo cercato di educare le persone su qualcosa che non va bene". (Sport Mediaset)

“Abbiamo cercato di educare le persone in Italia spiegando che non si fa cosi’. “Ad essere onesti non vedo davvero progressi”, ha insistito Big Rom, “vedo tante campagne e cose simili, ma finche’ non si prendono provvedimenti…”. (Calcio e Finanza)

Personalmente sono d'accordo con questa presa di posizione, ma non capisco come mai non si mette la stessa energia anche quando si tratta di razzismo, oggi nel calcio al massimo storico anche a causa dei social media. (Fantacalcio ®)

Meglio di Messi, CR7, Ibra e Neymar. L’Inter si gode il Lukaku più forte di sempre

Ma Lukaku è leader anche contro il razzismo negli stadi. Sa leggere molto bene la partita, sa adattarsi giocando spalle alla porta, tra le linee o allargandosi, è pericoloso di testa. (Metro)

"Quando è iniziata la Super League, le persone sono state molto veloci a criticarla sui social media, la gente e i fan sono scesi in strada (per protestare, ndr) Intervistato dalla CNN, l’attaccante dell’Inter Romelu Lukaku parla così del problema del razzismo nel calcio: “Penso che il razzismo nel calcio in questo momento sia al massimo storico. (Tutto Juve)

Un Lukaku così debordante infatti è una garanzia per la competitività dei campioni d'Italia anche nel prossimo campionato, malgrado la 'dieta dimagrante' imposta dal bilancio Trascinata l'Inter allo scudetto che mancava da 11 anni, Romelu è in grande forma e vuole guidare il Belgio ad un grande Europeo. (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr