Borsa Milano stabile dopo verdetto Fed, rimbalzano banche, giù utility, bene Danieli Da Reuters

Investing.com ECONOMIA

Tra i titoli in evidenza:. Bancari in recupero sull'effetto Fed: Unicredit (MI: ) (+1,7%) rimbalza dopo il calo di ieri, bene anche Intesa Sanpaolo (MI: ) (+1,2%).

Vendute le utility che pagano le attese di un incremento dei tassi con Italgas (MI: ) in calo dell'1,4%, Enel (MI: ) dell'1,5%

In forte recupero il dollaro, mentre ritracciano lievemente i prezzi del petrolio dopo i massimi da aprile 2019 toccati ieri. (Investing.com)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Superiori al punto percentuale anche i rialzi di Banca Mediolanum (+1,7%), Diasorin (+1,6%), Enel (+1,6%), Fineco (+2,3%), Inwit (+1,5%), Italgas (+1,6%), Nexi (+1,5%), Prysmian (+1,2%) e Terna (+1,1%) Alle 14:30 dagli Usa arriverà il numero di richieste settimanali di sussidi di disoccupazione insieme al Philadelphia Fed Index di giugno. (Il Sussidiario.net)

Gli investitori stanno digerendo i commenti della Fed sul possibile rialzo dei tassi a partire dal 2023. Ripiegano anche gli altri mercati europei, penalizzati dal balzo dei rendimenti dei Treasury Usa e dal recupero del dollaro. (Investing.com)

Nel settore oil sempre piatta Eni (MI: ), debole Saipem (MI: ) (-0,7%), venduta anche Maire Tecnimont in flessione dell'1% circa. Sul fronte delle materie prime, prendono una pausa i prezzi del petrolio dopo i recenti balzi, penalizzati dai timori legati alla domanda e alle nuove forniture dall'Iran. (Investing.com)

In forte recupero il dollaro, mentre ritracciano lievemente i prezzi del petrolio dopo i massimi da aprile 2019 toccati ieri. Tra i titoli in evidenza:. Bancari in netto recupero sull'effetto Fed: Unicredit (+1,9%) rimbalza dopo il calo di ieri, bene anche Intesa Sanpaolo (+1,2%). (Yahoo Finanza)

Discese a 25.600 punti non saranno un dramma, ma scatterà un allarme se il Ftse Mib scendesse sotto 25.600 punti. Il titolo ieri è schizzato di quasi il 10%, chiudendo a 1,86 euro (Proiezioni di Borsa)

In forte recupero il dollaro, mentre ritracciano lievemente i prezzi del petrolio dopo i massimi da aprile 2019 toccati ieri. Vendute le utility che pagano le attese di un incremento dei tassi con Italgas (MI: ) in calo dell'1,6%, ENEL (MI: ) del 2,1% (Investing.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr