Confindustria: green pass per accedere ai luoghi di lavoro

Confindustria: green pass per accedere ai luoghi di lavoro
Il Sole 24 ORE INTERNO

Arriva da Confindustria, che «ha avviato interlocuzioni con il governo ai fini di una soluzione normativa in tal senso».

L'intento è quello di consentire ai datori di lavoro di richiedere l'esibizione di una certificazione verde valida ai fini di un regolare ingresso nei luoghi di lavoro e lo svolgimento delle mansioni lavorative dei vari soggetti.

A maggior ragione in una fase in cui si sta registrando un aumento dei contagi con varianti del virus particolarmente aggressive

La posizione assunta da Confindustria è che l'esibizione di un certificato verde valido dovrebbe rientrare tra gli obblighi di diligenza, correttezza e buona fede su cui si fonda il rapporto di lavoro. (Il Sole 24 ORE)

Ne parlano anche altre fonti

Certo inizieremo da venerdì le iniziative collaterali partendo dalla zona di Macerata nei comuni dell’entroterra con dati di vaccinazione più bassa. I 12 posti letto di area medica occupati non devono arrivare a 132 nell’intera regione (il Resto del Carlino)

Oggi, ottenuto ieri l'ok dei presidenti di Regione, il governo dovrebbe approvare il decreto che impone il green pass per spettacoli (cinema e teatri), viaggi, sport e, forse, sui ristoranti al chiuso. (La Pressa)

Provincia di Brescia: nuovi casi in 24 ore. Provincia di Brescia: nuovi casi in 7 giorni. Provincia di Brescia: variazione sui 7 giorni. Provincia di Brescia: variazione sui 7 giorni precedenti. Provincia di Brescia: nuovi casi ogni 100mila ab. (BresciaToday)

Confindustria è per la linea dura: "Green pass anche in azienda"

e Locatelli spiega che “due dosi offrono una protezione superiore al 97% dalle forme gravi di malattia. Nella fascia 0-18 anni sono morti 27 bambini, ci sono stati oltre 300 ricoveri. (Tecnica della Scuola)

Per tutelare i lavoratori Confindustria pensa a rendere obbligatorio il green pass per i dipendenti: che, nel caso ne siano sprovvisti, potrebbero essere spostati ad altra mansione o addirittura sospesi, con conseguenze sulla retribuzione. (Il Fatto Quotidiano)

Confindustria chiede dunque l’estensione dell’utilizzo del green pass per accedere ai contesti aziendali. Chi non l’avrà potrà essere demansionato e in casi estremi vedersi tolto lo stipendio (La voce di Rovigo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr