Usa, Trump ha raccolto un miliardo di dollari per il lancio della piattaforma Truth Social

Sky Tg24 ECONOMIA

Secondo quanto riferito, alcuni non meglio precisati investitori istituzionali si sarebbero impegnati a versare un miliardo di dollari per la start-up dell'ex presidente degli Stati Uniti, con l'obiettivo di lanciare all'inizio del 2022 il nuovo social network

Secondo quanto annunciato, alcuni non meglio precisati investitori istituzionali si sarebbero impegnati a versare la cospicua cifra per la start-up dell'ex presidente degli Stati Uniti, con l'obiettivo di lanciare all'inizio del 2022 il nuovo social network. (Sky Tg24)

Se ne è parlato anche su altre testate

Al momento il diretto interessato rimane escluso da Facebook e Twitter, in seguito ai ban imposti all'inizio dell'anno dopo l'assalto a Capitol Hill del 6 gennaio Sempre che l'iniziativa arrivi a concretizzarsi, a differenza di quanto accaduto solo pochi mesi fa con From The Desk of Donald Trump, annunciato come una rivoluzione e rivelatosi poi un semplice blog messo offline dai suoi stessi gestori a breve distanza dal lancio. (Punto Informatico)

La somma sarà in aggiunta ai 293 milioni di dollari raccolti da Digital Word con una Ipo a settembre. (L'Unione Sarda.it)

La Trump Media & Technology Group (Tmtg) e la società partner Digital World Acquisition hanno annunciato che alcuni non meglio precisati investitori istituzionali si sono impegnati a versare un miliardo di dollari per la start-up con cui il tycoon intende lanciare all’inizio del prossimo anno una nuova piattaforma social chiamata Truth Social. (Ticinonews.ch)

Per praticamente tutti è lui la figura di riferimento, ma nessuno ha idea dell'entità della sua quota nell'affare. Il Trump Media and Technology Group, la cui missione è anche quella di lanciare un universo social alternativo a quello troppo "liberal" delle big tech, pare sia oggetto d'indagine della Securities and Exchange Commission (SEC). (Ticinonline)

- WASHINGTON, 05 DIC - La Trump Media & Technology Group (Tmtg) e la società partner Digital World Acquisition hanno annunciato che alcuni non meglio precisati investitori istituzionali si sono impegnati a versare un miliardo di dollari per la start-up con cui il tycoon intende lanciare all'inizio del prossimo anno una nuova piattaforma social chiamata Truth Social, dopo essere stato bandito da Twitter, Facebook e Youtube per i suoi messaggi incendiari legati all'assalto del Congresso. (Tiscali.it)

La somma sarà in aggiunta ai 293 milioni di dollari raccolti da Digital Word con una Ipo a settembre. (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr