Vaccino AstraZeneca, l Italia blocca l export verso l Australia. E l Ema testa lo Sputnik

Il Mattino ECONOMIA

L’Italia ha bloccato l’esportazione verso l’Australia di 250 mila fiale prodotte ad Anagni.

Il ministero degli Esteri guidato da Luigi Di Maio, ha dato parere negativo sull’esportazione delle fiale verso l’Australia, e lo stesso hanno fatto il ministero della Salute Roberto Speranza e l’Agenzia delle Dogane guidata da Marcello Minenna.

E proprio Roma è stata la prima a reagire con forza bloccando l’esportazione verso l’Australia di un partita di 250.700 fiale di vaccino AstraZeneca provenienti dallo stabilimento Catalent di Anagni. (Il Mattino)

La notizia riportata su altri media

E proprio Roma è stata la prima a reagire con forza bloccando l’esportazione verso l’Australia di un partita di 250.700 fiale di vaccino AstraZeneca provenienti dallo stabilimento Catalent di Anagni. (Il Messaggero)

I leader di questi Stati sono convinti che le organizzazioni internazionali, in primis Oms e Ue, siano state lente nel dare una risposta all'epidemia La richiesta deve includere dati sull'export di vaccini dell'azienda dal 30 ottobre 2020, il numero di dosi distribuite in Ue dal primo dicembre 2020, e la previsione di produzione stimata. (Sky Tg24 )

Francia come Italia. La Francia «potrebbe fare la stessa cosa» dell'Italia, che ha bloccato l'esportazione di circa 250mila dosi di vaccino sviluppato da AstraZeneca verso l'Australia L'Australia ha già ricevuto 300.000 dosi AstraZeneca e la prima di esse dovrebbe essere somministrata oggi. (Il Mattino)

Insomma, la casa farmaceutica anglo-svedese intendeva esportare dosi nonostante il ritardo nella consegna dei vaccini promessi all’Italia e agli altri Paesi Ue. Il semaforo rosso dell’Italia, riportato oggi dal Financial Times, è il primo blocco all’export di vaccini dall’Unione europea verso uno Stato extra-comunitario. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr