Consiglio regionale della Toscana, Mazzeo su Giani: "Con me non parla" / VIDEO

Consiglio regionale della Toscana, Mazzeo su Giani: Con me non parla / VIDEO
LA NAZIONE INTERNO

Un video della seduta del consiglio regionale di mercoledì 28 aprile che testimonierebbe la tensione tra il presidente della Regione Eugenio Giani e il presidente del consiglio comunale Antonio Mazzeo. "Con me non parla.", dice Mazzeo a microfoni spenti durante la seduta quando si chiede allo stesso presidente se Giani rientrerà in aula oppure no, visto che in quel momento era assente. "Con me non parla" come a dire di una presunta incomunicabilità tra i due. (LA NAZIONE)

Su altre testate

Prevista inoltre la facoltà per gli esercizi chiusi, nel rispetto delle misure anti Covid attuali, di effettuare la sola consegna a domicilio dei generi alimentari e dei beni di prima necessità, previa esclusivamente prenotazione on-line o telefonica e non presso l’esercizio commerciale. (PisaToday)

"In sostanza - ha aggiunto Giani - la norma introdotta con l'emendamento non ha avuto applicazione pratica, quindi tanto vale abrogarla". Lo ha detto il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani intervenendo in Consiglio regionale sull'inchiesta delle Dda di Firenze. (La Repubblica Firenze.it)

Si prevede inoltre la facoltà per gli esercizi chiusi, nel rispetto delle misure anti Covid attuali, effettuare la sola consegna a domicilio dei generi alimentari e dei beni di prima necessità, previa esclusivamente prenotazione on-line o telefonica e non presso l’esercizio commerciale. (IlGiunco.net)

Inchiesta 'ndrangheta, Giani: "La Regione sarà parte offesa nel processo, cancellare l'emendamento concerie"

Il numero dei contagi, rispetto al giorno precedente, è superiore (erano 847) così come il numero dei test (erano 26.482) e il tasso di positività (era 3,20%). Il trend dei nuovi contagi sembra essersi (La Repubblica Firenze.it)

E' in corso di elaborazione un'ordinanza a firma del presidente Eugenio Giani sulle chiusure della media e grande distribuzione e dei centri commericiali in vista della ricorrenza della festa del Primo maggio. (La Repubblica Firenze.it)

Si prevede inoltre la facoltà per gli esercizi chiusi, nel rispetto delle misure anti Covid attuali, di effettuare la sola consegna a domicilio dei generi alimentari e dei beni di prima necessità, previa esclusivamente prenotazione on-line o telefonica e non presso l’esercizio commerciale. (Corriere Fiorentino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr