Nell'ex Olivetti la prima Gigafactory italiana

Nell'ex Olivetti la prima Gigafactory italiana
Verbanonews.it ECONOMIA

Quello inclusivo e accogliente, che abbiamo visto realizzato anche su altri progetti come MTCC e la Città dell’Aerospazio.

Nell’area ex Olivetti di Scarmagno in Piemonte, Italvolt realizzerà la prima Gigafactory, un impianto di produzione e stoccaggio di batterie a ioni di litio per vetture elettriche.

A pieno regime, secondo le prime informazioni sul progetto, il sito sarà in grado di dare lavoro a 4000 persone ed è destinato a diventare nel tempo una struttura all’avanguardia in Europa. (Verbanonews.it)

Su altre fonti

Nell’area ex Olivetti di Scarmagno Italvolt realizzerà la prima Gigafactory, impianto di produzione e stoccaggio di batterie a ioni di litio che a pieno regime sarà in grado di dare lavoro a 4000 persone ed è destinato a diventare nel tempo una struttura all’avanguardia in Europa. (Regione Piemonte)

«La solida tradizione industriale piemontese unita al “know how” tecnologico specializzato nell’industria automobilistica», a detta dello stesso Carlstrom. Dove sorgeva l’Olivetti, quasi a voler riprendere il solco di una tradizione che all’estero sembrano ancora tenere in grande considerazione. (Cronaca Qui)

Più precisamente il comune italiano scelto dalla società fondata e guidata da Lars Carlstrom è quello di di Scarmagno, non lontano da Ivrea. L’area scelta è infatti quella dell’ex Olivetti, storica realtà industriale italiana. (https://vadoetornoweb.com/)

Nell'ex Olivetti la prima Gigafactory italiana

L'ufficialità della scelta è solo il primo passo», commenta l’assessore allo Sviluppo economico, Andrea Tronzano, che ha seguito da vicino il dossier Nei piani dell’amministratore delegato, l’imprenditore svedese Lars Carlstrom, l’impianto dovrebbe essere pronto entro la primavera del 2024. (La Stampa)

Iniziamo a raccogliere i primi frutti, andando anche a recuperare un’area abbandonata da decenni e che, invece, tornerà a essere fonte di ricchezza e posti di lavoro». Italvolt investe 4 miliardi di euro. (NonSoloContro)

Senza questo tipo di approccio non si riescono a creare le condizioni ideali che abbiamo visto qui realizzate con l’operazione Italvolt” Ci tengo a sottolineare che questo è il sistema Piemonte che può crescere e ha un futuro. (varesenews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr