Covid: Usa, media di oltre 1.900 morti al giorno WASHINGTON

RagusaNews ECONOMIA

Gli esperti confermano che ad essere presi di mira sono i 71 milioni di americani ancora non vaccinati.

decessi a causa del Covid negli Stati Uniti hanno raggiunto una media di oltre 1.900 al giorno per la prima volta dall'inizio del marzo scorso.

Lo riporta l'Associated Press.

News Correlate Attualità Covid, Sicilia verso la zona bianca dal 4 ottobre

(RagusaNews)

Su altri media

La Georgia ha una media di 125 morti al giorno, più della California o di altri stati più popolosi Per gli operatori sanitari, le morti, combinate con la disinformazione e l’incredulità sul virus, sono state “strazianti, schiaccianti l’anima”. (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

Gli esperti confermano che ad essere presi di mira sono i 71 milioni di americani ancora non vaccinati. "È devastante", ha dichiarato la dottoressa Dena Hubbard, una pediatra di Kansas City, Missouri, che si è presa cura di bambini nati prematuramente con taglio cesareo in un ultimo disperato tentativo di salvare le loro madri, alcune delle quali sono morte (Tuttosport)

Lo riporta l'Associated Press. - WASHINGTON, 21 SET - I decessi a causa del Covid negli Stati Uniti hanno raggiunto una media di oltre 1.900 al giorno per la prima volta dall'inizio del marzo scorso. (Gazzetta di Parma)

– I decessi a causa del Covid negli Stati Uniti hanno raggiunto una media di oltre 1.900 al giorno per la prima volta dall’inizio del marzo scorso. Lo riporta l’Associated Press. (Icona News)

I casi riguardano in prevalenza i non vaccinati che negli Stati Uniti sono ancora circa 71 milioni. Gli Usa, infatti, nella giornata di ieri hanno registrato quasi 1.900 morti. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

La cronaca di martedì. I decessi a causa del Covid negli Stati Uniti hanno raggiunto una media di oltre 1’900 al giorno per la prima volta dall'inizio del marzo scorso. Oltre 260’000 persone hanno firmato la petizione che chiede che i test Covid continuino ad essere gratuiti anche dopo il primo ottobre. (RSI.ch Informazione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr