I vescovi tedeschi rompono un tabù, eleggono una donna come Segretaria Generale dell'episcopato

I vescovi tedeschi rompono un tabù, eleggono una donna come Segretaria Generale dell'episcopato
Il Messaggero ESTERI

Baetzing per primo ha spiegato che si tratta di un segnale importante e una svolta.

Città del Vaticano. Città del Vaticano – La principale conferenza episcopale europea, quella della Germania, a partire dal primo luglio sarà di fatto governata da una donna.

I vescovi tedeschi hanno nominato come nuovo segretario generale una laica, esperta di comunicazioni e con una robusta struttura teologica alle spalle. (Il Messaggero)

La notizia riportata su altri giornali

È la prima volta, non solo in Germania: Beate Gilles, teologa cinquantenne, è stata eletta dall’assemblea plenaria dei vescovi tedeschi e a luglio succederà al gesuita Hans Langendörfer, rimasto in carica 24 anni. (Corriere della Sera)

Dal 1 luglio Gilles, teologo, nato 50 anni fa nel Reno Hückeswagen, prenderà il posto di Hans Langendörfer. Durante la sua prima conferenza stampa, Beate Gilles ha sottolineato che la sua nomina a prima segretaria generale donna della Conferenza episcopale tedesca non è solo un piccolo passo verso l’uguaglianza e che terrà conto del crescente malcontento che agita la Chiesa. (HamelinProg)

Scelta storica in Germania, una donna guiderà la segreteria della Conferenza episcopale

Per la prima volta una donna sarà chiamata a guidare la segreteria della Conferenza episcopale tedesca. "Quella attuale è una fase impegnativa, ma anche entusiasmante per la Chiesa cattolica in Germania (EuropaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr