Principe Carlo Coronavirus preso dal principe Alberto?

Principe Carlo Coronavirus preso dal principe Alberto?
Marie Claire Marie Claire (Esteri)

Il tampone è stato effettuato sul principe Carlo nell’ospedale di Aberdeenshire, solo dopo che ha iniziato ad accusare i sintomi richiesti per accedere ai test.

Solo 15 giorni fa, infatti, il principe Carlo aveva incontrato il principe Alberto di Monaco che è risultato positivo nei giorni scorsi.

La notizia riportata su altri giornali

Clarence House, riporta la BBC, ha riferito che Carlo e Camilla si trovano ora in autoisolamento nella tenuta di Balmoral, in Scozia. “Non è stato possibile stabilire da chi il principe abbia contratto il virus, visto l’alto numero di impegni pubblici condotti nelle recenti settimane“. (Meteo Web)

Coronavirus colpisce la Royal Family e allarma sempre di più la Gran Bretagna. Per approfondire leggi anche: Regina Elisabetta in quarantena con Carlo e Camilla. Carlo, 72 anni, si trova attualmente in Scozia già da alcuni giorni e mostrerebbe "lievi sintomi". (Corriere di Rieti)

L'annuncio è arrivato da Buckingham Palace, secondo cui invece la sua consorte Camilla è invece al momento negativa al tampone. Non è al momento stato reso noto quando Carlo abbia avvertito i primi sintomi del virus. (Il Fatto Quotidiano)

Il principe del Galles diventa così il secondo royal europeo contagiato dopo Alberto di Monaco. Trema la corona inglese: il principe Carlo, 71 anni, l’erede al trono, è risultato positivo al Coronavirus. (Io Donna)

Non è chiaro per ora come il principe Carlo abbia contratto il Coronavirus:. «Non è possibile dire con certezza da chi il Principe abbia preso il virus a causa dell'elevato numero di incarichi che ha svolto nel suo ruolo pubblico nelle ultime settimane». (Grazia)

Lo rende noto Buckingham Palace. Al momento, secondo Buckingham Palace, la sovrana - che il mese prossimo compirà 94 anni - «sta seguendo ogni consiglio adeguato» dei medici a tutela del «proprio benessere». (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti