Roma, minorenne stuprata a Capodanno: 3 arrestati

Il Digitale INTERNO

Oggi, i Carabinieri della Compagnia Cassia hanno dato esecuzione a un’ordinanza cautelare nei loro confronti: i tre sono stati accusati dalla Procura dei reati di violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo aggravata.

Uno degli indagati: “Ho paura dei miei genitori quando verrà fuori questa storia”. Dopo la denuncia, i tre ragazzi, tutti romani, sono stati sentiti dai Carabinieri

Stando a quanto è stato reso noto dai Carabinieri, la ragazza sarebbe stata abusata mentre si trovava in una condizione di alterazione psicofisica. (Il Digitale)

Ne parlano anche altri media

Stupro di Capodanno, le chat: "Venite, ce sta la roba". Nelle chat tutto l'orrore di quella notte (La Repubblica)

Contestualmente, la ragazza è stata accompagnata all’ospedale San Pietro di Roma, dove le sono state diagnosticate lesioni guaribili in trenta giorni (Corriere dell'Umbria)

Inoltre, è stato appurato che nel sangue della minore erano presenti tracce di sostanze che lasciano supporre che la giovane, al momento della violenza, si trovava in condizione di inferiorità psico-fisica. (Vivere Roma)

Roma, quello stupro di gruppo alla festa clandestina di Capodanno. “Un party organizzato per sballarci”

Durate quasi un anno le indagini per la denuncia di stupro che una ragazza, all’epoca minorenne, aveva fatto. Dopo quasi un anno le indagini si sono concluse nell’Aprile 2021, attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali, unite ad una attività di osservazione a distanza. (Metropolitan Magazine Roma)

Così, i carabinieri della Compagnia Cassia hanno dato esecuzione ad una ordinanza cautelare nei confronti di tre ragazzi, tutti di età compresa tra i 19 e i 21 anni. A vario titolo, la Procura contesta loro i reati di violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo aggravata. (Quotidianpost.it)

Un San Silvestro clandestino quando le restrizioni imponevano il coprifuoco alle 22. Luci soffuse, alcol dappertutto e musica sparata (Roccarainola.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr