Coronavirus, Cina contro l'Italia: "Basta aggressioni". Via libera a Nicolò: torna in Italia sabato

Coronavirus, Cina contro l'Italia: Basta aggressioni. Via libera a Nicolò: torna in Italia sabato
Liberoquotidiano.it Liberoquotidiano.it (Esteri)

Nel frattempo l'ambasciata cinese lancia un appello all'Italia: "In questi giorni si sono verificate delle aggressioni ai cinesi in Italia, non turisti ma la comunità cinese.

Il rientro del 17enne di Grado da giorni bloccato in Cina a causa della febbre è previsto per sabato.

Su altre testate

Il KC 767 dell'Aeronautica Militare in partenza dall'Italia. È decollato alle 5:30 di venerdì mattina dall'aeroporto militare di Pratica di Mare il volo speciale dell'Aeronautica che rimpatrierà da Wuhan Niccolò, lo studente gradese di 17 anni rimasto bloccato nella città cinese focolaio dell'epidemia di coronavirus. (TGR – Rai)

Coronavirus, Il Ballo Dei Pazienti A Wuhan. Coronavirus, Spray In Molte Citta Della Cina. Coronavirus, Cure Forzate Per Chi Rifiuta La Quarantena. Due Casi Di Coronavirus Confermati In Italia. Coronavirus, Insulti A Turisti Cinesi A Firenze Una città deserta, spettrale, che però la Tv cinese continua a raccontarci come, in fondo, tranquilla. (Panorama)

Published on Feb 13, 2020. Coperta da capo a piedi, sotto questa tuta ingombrante c’è una dottoressa che, andando oltre le sue normali mansioni, sta ballando per aiutare i pazienti in quarantena a Wuhan (Fanpage.it)

A confermarlo è la commissione sanitaria della Cina: delle 59900 tute necessarie ogni giorno, il personale sanitario di Wuhan ne hanno appena 18500. Di conseguenza il personale ospedaliero di Wuhan è in balia della contaminazione da coronavirus: molti sono costretti a lavorare con il pannolone perché non possono andare in bagno durante il servizio, non avendo sufficienti tute da poter cambiare. (Liberoquotidiano.it)

Dalla Cina le foto del giorno della battaglia contro il Coronavirus. Immagini dal fronte dell'epidemia di Covid-19. Il totale delle vittime ufficiali al 12 febbraio 2020 sale a oltre 1.100. (Rai News)

Coronavirus, a Wuhan migliaia di animali abbandonati. Lao Mao è un nome di fantasia di un animalista che è stato intervistato dall’agenzia Reuters, il quale per motivi di privacy non ha voluto svelare la propria identità. (Donna Glamour)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti