Il piano discoteche: “Apertura da luglio solo per i vaccinati”

La Stampa INTERNO

Mentre Figliuolo alza l’asticella, annunciando alla Camera che l’obiettivo è vaccinare a settembre l’80% della popolazione, 54,3 milioni di italiani, 12-15enni compresi, Speranza pensa di aiutare a centrare l’obiettivo usando la carota delle nottate in discoteca per convincere giovani e giovanissimi a vaccinarsi.

Della riapertura dei locali notturni se ne discuterà oggi a un tavolo istituito al ministero della Salute, che si avvarrà anche del parere degli esperti del Cts. (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altri media

Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio intervenendo all’evento ‘Made in Italy: setting a new course’ de Il Sole 24 Ore e Financial Times a proposito dei rapporti commerciali tra Italia e Libia. (LaPresse) – “Adesso abbiamo un governo che vuole più Italia in Libia e noi glie la daremo”. (LaPresse)

Come sostenuto dallo stesso Speranza, infatti, «per ora di riaprire non se ne parla, ma potremmo programmare per luglio la ripartenza delle discoteche riservandole a chi ha il pass vaccinale, in modo da spingere giovani a giovanissimi a immunizzarsi». (Open)

Che significa poi tagliare ad agosto il traguardo di “quota 70”, che già impedisce al virus di circolare. Serate improvvisate, senza green pass o tracciamento, che iniziano a essere immortalate su YouTube. (Il Piccolo)

Discoteche riapertura 2021, Costa: "Ripartano da luglio almeno all'aperto"

«In questo modo», prosegue il presidente della Silb-Fipe di Confcommercio, «avremo delle discoteche bolla, impermeabili al virus e ai contagi. (ilmessaggero.it)

Perché qui in ballo c’è un’industria, quella delle discoteche, che incide e non poco sull’economia Rischiare non ha senso e forse anche per questo sono stati bloccati gli esperimenti che si volevano fare sulla riapertura delle discoteche. (La Sicilia)

E' una questione di coerenza: ora abbiamo gli strumenti, con prudenza si può riaprire". "Sarebbe un'idea, già luglio per me è il mese giusto" dice Andrea Costa, sottosegretario alla Salute in un'intervista a 'Il Messaggero', anche se "bisogna individuare dei parametri oggettivi e tener conto delle specificità". (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr